fbpx

Caro bollette, la protesta parte dalla Sicilia: al ristorante con luci spente e candele sui tavoli

blackout dinner

“Dalla corrente alla brace”: i ristoratori protestano contro il caro bollette e partecipano ad un’iniziativa molto particolare

“Dalla corrente passeremo direttamente alla brace con tanto di carni rosse e selvaggina, abbacchio a scottadito e focacce di polenta da farcire. E per i vegetariani, sempre alla brace, carciofi, verdure e patate. Le tariffe dell’energia sono, ormai, diventate vergognosamente insostenibili”. Anche il noto chef romano Antonello Colonna ‘protesta’ contro il caro bollette e partecipa all’iniziativa lanciata dall’imprenditore siciliano Andrea Graziano (luci spente e candele sui tavoli) per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica.

“In questo modo si perde fiducia nei confronti di chi ci governa – precisa Antonello Colonna – . Chissà se faranno un passo indietro. Me lo auguro perché, in caso contrario, saremo sempre noi ristoratori e doverci rimboccare le maniche. Ma se nessuno provvederà a risolvere il dramma del caro bollette – anticipa il noto chef – dovremmo rivedere i menu togliendo quei piatti che impattano sul costo energetico. L’unica soluzione, lo ripeto è ritornare alla brace. E al lume di candela”. Il problema si sta vivendo praticamente in tutta Italia ed anche gli imprenditori di Reggio Calabria, in un’intervista rilasciata alla nostra redazione, hanno fatto luce sulla situazione che potrà mettere in ginocchio moltissime piccole e medie imprese.