fbpx

Bassetti: “la pillola anti Covid della Merck sarà una svolta”

coronavirus matteo bassetti

“La pillola anti Covid della Merck sarà molto utile, secondo me è una svolta”: parola di Matteo Bassetti

Secondo Matteo Bassetti “la pillola anti Covid della Merck sarà molto utile, secondo me è una svolta. Il direttore della clinica di malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova ha detto la sua all’Adnkronos Salute sul molnupiravir, il farmaco anti-Covid che blocca il virus ai primi stadi di malattia creando “un virus ‘difettoso’, facendolo mutare in maniera anomala”.

Allo stesso modo, però, il dottore ha specificato come va utilizzata e per chi è diretta. E’ prevista infatti un’assunzione per 5 giorni, i primi dopo il contagio. “Ci sono criteri molto precisi che ha definito Aifa per utilizzare l’antivirale – dice Bassetti – fondamentalmente molto simili a quelli che usiamo per i monoclonali. Ovviamente – chiarisce non è che puoi dare la pillola al primo che a 30 anni triplo-vaccinato ha i sintomi, non possiamo pensare che queste pillole da 700-800 euro al giorno vadano nei banchi della farmacia. Devono essere prescritte dallo specialista. Per questo, come i monoclonali, sono gestite dagli ospedali in collaborazione con i medici di base”.