fbpx

Nicola Irto neo segretario regionale del Pd in Calabria: al voto il 70% degli iscritti

Nicola Irto

Pd: Nicola Irto eletto neo segretario regionale in Calabria

Affluenza tra il 60 e il 70%, con punte particolarmente alte in alcune realta’ territoriali come Reggio Calabria: e’ questo uno dei dati che sono emersi dal congresso regionale del Pd, che si e’ concluso ieri sera con l’elezione dei circa 160 componenti dell’assemblea che nei prossimi giorni ratifichera’ la designazione di Nicola Irto quale nuovo segretario del partito in Calabria. Dunque sara’ Irto, attuale capogruppo dem alla Regione, a guidare il Pd calabrese, che esce cosi’ da tre anni di commissariamento, mentre l’ultimo congresso regionale si era svolto addirittura nel febbraio 2014. Nessuna sorpresa dal voto espresso sabato e domenica dagli iscritti al Pd calabrese, considerando che Irto era il candidato unico, e di fatto anche unitario, alla segreteria regionale dopo che non era stata ammessa una seconda candidatura, quella dell’ex consigliere regionale Mario Franchino, escluso per non aver presentato nei termini la lista a lui collegata. Ai seggi allestiti nei vari circoli della Calabria si sono presentati – riferiscono fonti vicine alla commissione di garanzia per il congresso del Pd – circa 6.500 iscritti sugli oltre 9.500 complessivi, con il “picco” di circa l’85% a Reggio Calabria, la citta’ di Irto.

In queste ore le commissioni provinciali di garanzia del Pd stanno inviando i verbali delle operazioni elettorali alla commissione regionale, che comunque gia’ in nottata ha proclamato gli eletti all’assemblea: domani, quando tutti i dati saranno definitivamente acquisiti, sempre la commissione regionale di garanzia per il congresso convochera’, presumibilmente nel fine settimana, il “plenum” dei 160 delegati che concludera’ formalmente l’iter congressuale e confermera’ ufficialmente l’elezione di Irto alla segreteria dei democrat calabresi. A Irto, che tra l’altro da lunedi’ sara’ uno dei tre “grandi elettori” della Calabria alle votazioni del Capo dello Stato, spettera’ il compito, molto impegnativo, di rilanciare l’azione del Pd nella sua regione: nella sua mozione congressuale, dal titolo “Rigenerare il Pd”, il futuro segretario ha illustrato il modello di partito a cui intende lavorare, quello di un Pd unito ma nella pluralita’ delle idee e di un Pd non piu’ prigioniero delle dinamiche delle correnti, in Calabria ancora piu’ acute che nel resto d’Italia. Tra le prime incombenze che Irto dovra’ gestire quale segretario regionale del Pd ci sono i congressi provinciali e dei circoli delle principali citta’, slittati a dopo la meta’ di febbraio per evitare la concomitanza con il congresso regionale ma anche per la perdurante presenza di divisioni e di tensioni nei territori.