fbpx

Reggio Calabria: al Planetario Pythagoras la cerimonia di premiazione del concorso “In memoria di Olga: La vita oltre” [FOTO]

/

Reggio Calabria: cerimonia di premiazione alla presenza del Vicesindaco metropolitano Carmelo Versace e dell’Assessora comunale all’Istruzione Lucia Nucera

Il vicesindaco metropolitano Carmelo Versace e l’assessora comunale all’Istruzione, Lucia Nucera, questa mattina presso il Planetario “Pythagoras”, hanno preso parte alla cerimonia di premiazione delle scuole vincitrici del concorso “In memoria di Olga: La vita oltre”, un riconoscimento promosso dalla Società Astronomica Italiana, dal Ministero dell’Istruzione e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria giunto alla XIV edizione e dedicato al ricordo della piccola vittima di un tragico episodio di cronaca di 14 anni fa. “Continuiamo a ricordare quella triste giornata – ha detto il vicesindaco Versace – attraverso un premio di caratura nazionale ed immaginando Olga come fosse una piccola stella che ci guarda dal cielo infondendoci la speranza necessaria a costruire un mondo migliore”. “Gli elaborati giunti al vaglio della giuria – ha continuato – sono oltre 450 e rappresentano la voglia di tantissimi studenti italiani nel contribuire alla formazione di un’umanità più giusta ed a misura di bambino. E’, quindi, un premio che si svolge al presente, ma inevitabilmente rivolto al futuro”. “L’iniziativa – ha concluso – si svolge in una location molto importante qual è quella del Planetario “Pythagoras”, un luogo di conoscenza e formazione che sta dando grandi soddisfazioni al territorio. E’ ancora più forte, quindi, i desiderio di poter vedere affermati, alle nostre latitudini, le tantissime eccellenze che qui crescono e che, adesso, cominciamo a scoprire grazie ai tanti successi che riscuotono a livello nazionale. Per questo, un ringraziamento non può che andare alla dirigente del settore VI di Palazzo Alvaro, Giuseppina Attanasio, alla funzionaria Anna Maria Franco, alla professoressa Angela Mesiano, responsabile scientifico del “Planetarium Pythagoras”, ed a tutte le anime belle che, col loro impegno, svolgono un lavoro preziosissimo per la nostra comunità”.

L’assessora Nucera si è detta “particolarmente commossa”, affermando: “Ogni volta che ricordiamo la piccola Olga e quella strage del 2008 è un momento molto toccante. Sentire le parole di sua nonna che, ancora oggi, ci sprona sentendosi la nonna di tutti i bimbi che hanno preso parte al concorso, ci da la forza per comprendere come anche da immani tragedie possano germogliare i semi della speranza. La sua testimonianza è un esempio per tutti noi, è un segnale che ci aiuta a comprendere quel gesto scelerato che non potremo mai dimenticare”. La delegata all’Istruzione nella giunta di Palazzo San Giorgio ha, dunque, parlato di “un bellissimo momento di partecipazione e di comunità”, lanciando, allo stesso tempo, un’idea: “Spero che la professoressa Mesiano possa raccogliere i lavori prodotti dai ragazzi in 14 edizioni del premio e farne una pubblicazione definendone, in un secondo momento, le finalità. Un’opera simile, infatti, sarebbe sicuramente importante per la città che non vuole dimenticare la piccola Olga e per i tantissimi bambini che vedrebbero le loro opere stampate su carta”.