fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Crostini con salsiccia provola e funghi porcini

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione dei crostini con salsiccia provola e funghi porcini

Sfiziosi e croccanti i crostini con salsiccia provola e funghi porcini racchiudono i più tipici sapori calabresi. Tanto gusto in un antipasto rustico e filante adatto ai ricchi menu delle feste e pronto in pochi minuti! 

Difficoltà: facile

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 30 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: medio

INGREDIENTI

4 fette di pane casereccio

200 gr. di funghi porcini

4 fette di provola silana

400 gr. di salsiccia fresca calabrese

1 spicchio d’aglio

1 ciuffo di prezzemolo

Vino bianco

Olio extravergine di oliva, sale e pepe nero

Preparazione

Pulite i funghi con un panno eliminando delicatamente la terra e tagliateli a cubetti. Fate rosolare uno spicchio d’aglio in padella con poco olio, unite i funghi e fateli insaporire prima di sfumarli col vino bianco. Aggiungete quindi un pizzico di sale, di pepe ed il prezzemolo tritato e teneteli in caldo. Sbriciolate la salsiccia dopo aver eliminato il budello e versatela in una ciotola, aggiungete il pepe nero ed un filo d’olio e mescolate. Sistemate le fette di pane casereccio su una teglia rivestita di carta forno e ricoprite ognuna con salsiccia e provola a fette. Infornate i crostini a 180 gradi per 20 minuti ed una volta sfornati aggiungete i porcini trifolati e completate con una spolverata di pepe nero.

Conservazione

I crostini con salsiccia provola e funghi si consumano al momento.

Curiosità e benefici di questo piatto

L’origine di crostini e bruschette sembra risalire agli antichi Romani: in occasione dei banchetti servivano infatti ricche pietanze di carne o pesce in grandi piatti condivisi da tutti i commensali che per raccogliere i sughi e le salse utilizzavano il pane. Nonostante questa usanza sia stata sostituita più tardi dall’uso di piatti e posate individuali l‘abitudine di accompagnare il pane ai condimenti non scomparve anzi rimase viva soprattutto fra i contadini e le classi meno abbienti che riscaldavano il pane del giorno precedente per metterci sopra il pasto. Un’ invenzione popolare tanto amata da essere presente ancora sulle nostre tavole in mille sfiziose varianti!

Consiglio della zia

Oltre alla provola silana abbinate altri formaggi come la robiola o il gorgonzola.