fbpx

Covid, Israele fa subito marcia indietro sulla quarta dose: “aspettiamo Omicron, è meno grave di Delta”

Israele covid Foto di Massimo Percossi / Ansa

Israele fa retromarcia sull’avvio delle somministrazioni della quarta dose del vaccino anti-Covid per gli Over 60: il motivo è la variante Omicron

Solo pochi giorni fa Israele aveva annunciato l’inizio della somministrazione della quarta dose del vaccino anti-Covid per gli Over 60 a partire dalla prossima settimana. Un annuncio, però, durato il tempo di un amen. Il paese, infatti, ha fatto subito marcia indietro, perlomeno momentaneamente. Il Ministero della Sanità israeliano ha praticamente annullato l’avvio delle inoculazioni. Lo riporta l’emittente Channel 13 spiegando che, nel corso di una riunione svoltasi nella serata di ieri, il direttore generale del ministero Nachman Ash non ha approvato la campagna vaccinale. Motivo? Ha esaminato i dati provenienti dalla Gran Bretagna, secondo cui la variante Omicron causa malattie meno gravi rispetto alla Delta, e ha deciso quindi di attendere ancora. Secondo l’emittente Kan, comunque, lo stesso Ash prenderà una decisione in merito entro la metà della prossima settimana.