fbpx

Catanzaro, la mamma del 15enne ricoverato dopo il vaccino: “vogliamo far uscire la verità, mio figlio stava benissimo fino a quando ha fatto la prima dose”

vaccino bambino

La signora Francesca, mamma del ragazzo ricoverato in terapia intensiva a Catanzaro dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid, vuole far uscire fuori la verità

Parla la mamma del ragazzo ricoverato in terapia intensiva a Catanzaro dopo essere stato sottoposto al vaccino anti-Covid. La signora Francesca, a “La Nuova Calabria”, fa chiarezza: “Mio figlio non ha avuto il Covid né altri problemi di salute, stava benissimo fino a martedì scorso, ovvero fino a quando si è sottoposto alla prima dose di vaccino presso l’ospedale Ciaccio. Ora la verità deve venire fuori“. Proprio l’Ospedale “Pugliese-Ciaccio” della città calabrese qualche ora fa ha diramato una nota specificando che “non esiste, al momento, alcuna prova oggettiva che possa far propendere per tale correlazione” e che ora il ragazzo sta meglio e presto potrebbe far rientro in Pediatria.

“Nel reparto sono bravissimi, stanno portando avanti tutti gli accertamenti e questo ci rassicura sul fatto che nostro figlio sia in buone mani”, le parole di Francesca, che ricostruisce i fatti spiegando che il figlio ha accusato problemi respiratori e febbre altissima il giorno dopo la somministrazione della prima dose: “A quel punto – racconta – i medici ci hanno consigliato di utilizzare solo la tachipirina, in quanto si trattava di una normale reazione al vaccino. Invece, la febbre è rimasta sempre alta, fino a quando domenica, spaventati dalle condizionati peggiorate di nostro figlio, abbiamo velocemente raggiunto l’ospedale “Pugliese”, dove è stato subito sottoposto a ossigenoterapia. Adesso noi vogliamo fare uscire la verità, perché i fatti vanno raccontati per come si sono verificati”, conclude la mamma del 15enne, ancora spaventata per l’episodio.