fbpx

Unicef Reggio Calabria: le iniziative del Comitato provinciale in occasione della 32° Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Unicef celebra la Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Anche quest’anno il Comitato provinciale di Unicef ha voluto celebrare la Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza –che ricorre ogni 20 novembre in corrispondenza dell’anniversario (1989-2021) della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza – dando impulso ad iniziative per i bambini, fatte dai bambini, che sono occasione di sensibilizzazione sul tema della tutela dei diritti dei minori e, al tempo stesso, di crescita e di coinvolgimento fattivo sul territorio a testimonianza di un impegno a favore della famiglia e dell’inclusione.

Su questa traccia si distingue la partecipazione di Unicef Reggio Calabria all’evento “Insieme per” promosso da Corredino Sospeso in collaborazione l’Associazione di Promozione sociale Pandora di Reggio Calabria – che si terrà domenica 21 novembre, a partire dalle ore 10.00, al Parco Ecolandia.

Tra animazione, musica e spettacoli di magia l’iniziativa è scandita da numerose attività dedicate ai più piccoli ed ai genitori. Ci sarà spazio infatti, per la prevenzione e la consulenza sanitaria, per la formazione e l’informazione e per i laboratori.

“Oggi ricorre la Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza che è un’occasione per tenere alta l’attenzione e ragionare sui diritti dei minori – ha dichiarato il Presidente del Comitato provinciale di Unicef Reggio Calabria Alessandra Tavella – in particolar modo su quelli disattesi.  Dobbiamo moltiplicare gli sforzi perchè i diritti dell’infanzia sono costantemente e progressivamente minacciati ed erosi. La pandemia ha esploso le disuguaglianze, i ritardi, i divari che siamo chiamati tutti, e le istituzioni in primis, a recuperare. Servono consapevolezza, visione ed impegno per garantire un futuro ai più piccoli. Non dovrebbe esserci battaglia più importante di questa.

Ecco perché sono anche particolarmente orgogliosa che l’Unicef abbia abbracciato questa iniziativa che consente di mettere in campo una azione globale di sostegno alla famiglia oltre che di intrattenimento per i bambini nel solco di un dialogo che ci vede intrecciare volontà e anima con le altre realtà del territorio per offrire alla nostra comunità servizi, assistenza, confronto e ascolto. Da qui anche la preziosa opportunità per l’Unicef di rilanciare la propria azione su sfide sempre più impegnative a favore dei bambini che, nel mondo, vedono negati i diritti a cure mediche, nutrizione, istruzione e protezione adeguati. Con lo sguardo e i pensiero rivolto ai drammi che si consumano al confine tra Polonia e Bielorussia e in Afghanistan”.