fbpx

Super Green pass, Pianese (Coisp): “con l’obbligo vaccinale per le forze dell’ordine il governo si assume tutte le responsabilità, è una decisione che subiamo e che rispettiamo”

Vaccino Pfizer Foto di Caroline Brehman / Ansa

Super Green pass, Pianese: “ci sarà un irrigidimento e un aumento dei controlli. Siamo preoccupati per il ricarico di lavoro, ci metterà in grande difficoltà viste le carenze d’organico”

Domenico Pianese, segretario generale del Coisp (Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia), è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Sull’obbligo vaccinale per le forze dell’ordine. “E’ una necessità avvertita dal governo di tutelare e assicurarsi la piena operatività delle strutture strategiche: sanità, sicurezza e scuola –ha affermato Pianese-. L’introduzione di un obbligo, soprattutto quando si parla di trattamenti sanitari, è sicuramente qualcosa che non va in linea con le aspettative delle persone. Nessuno ha il piacere di sentirsi obbligato ad un trattamento sanitario. Noi in Polizia abbiamo già una copertura vaccinale molto elevata, intorno al 90%, il restante personale che fino ad oggi ha scelto legittimamente di non vaccinarsi, adesso si dovrà vaccinare e lo farà perché noi della Polizia di Stato siamo abituati a rispettare le leggi. E’ una norma che subiamo e che rispettiamo. Con questo passo il governo si è assunto la responsabilità, quindi è comunque un passo in avanti rispetto a quelle che erano delle sanzioni inadeguate all’obbligo di Green pass per accedere ai luoghi di lavoro, erano sanzioni che abbiamo sempre giudicato eccessive e fuori luogo in assenza di un obbligo vaccinale”.

Sui controlli del Super Green pass. “Siamo preoccupati per il ricarico di lavoro che deriverà da questo provvedimento. E’ previsto un irrigidimento e un aumento dei controlli che dovranno essere effettuati nelle strutture ricettive, in quelle commerciali. Noi adesso siamo a pieno regime, quindi questi ulteriori controlli si vanno ad aggiungere al carico di lavoro già esistente. In virtù delle carenze d’organico questo ricarico di lavoro ci mette in grande difficoltà. Purtroppo non c’è mai stato nessun confronto tra il governo e i sindacati di Polizia prima di varare questi provvedimenti”.