fbpx

Social Film Festival Artelesia XIII edizione: in gara anche i registi calabresi Alessia Scali ed Enrico Maria Censori

Alessia Scali ed Enrico Maria Censori

Alessia Scali con “L’albero di ciliegie” ed Enrico Maria Censori con “Ninnaò” sono i registi calabresi in gara all’edizione 2021 Festival del cinema sociale

Torna il Social Film Festival ArTelesia, la rassegna internazionale dedicata al cinema sociale che animerà Benevento dal 24 al 28 novembre e porterà il pubblico a riflettere e confrontarsi su temi sensibili attraverso proiezioni, rappresentazioni e incontri. Dall’omofobia alla violenza contro le donne, dal bullismo alla lotta per diritti fondamentali, dall’immigrazione all’integrazione, dalla solitudine alle domande sulla fine della vita, dai conflitti mondiali alla guerra contro i lasciti della pandemia, dalla disabilità alla diversità in tutte le sue forme come espressione di bellezza e ricchezza: sono questi i contenuti al centro dei 45 i film selezionati per il Concorso Internazionale. Tra questi anche due pellicole di registi calabresi: “L’albero di ciliegie di Alessia Scali e “Ninnaò” di Enrico Maria Censori.

I FILM

L’ALBERO DI CILIEGIE (8’ 52’’) – Sezione Divabili

Un delicato racconto dell’Alzheimer attraverso gli occhi di chi gli vive intorno.

Salvatore ha poco più di sessant’anni ma soffre già di Alzheimer. Vive in una grande casa con Ester, la sua unica figlia, e ogni giorno, nel suo laboratorio, aggiusta un vecchio carillon dentro il quale una piccola bambola gira sulle note di una nostalgica melodia. Quella musica e la ballerina gli ricordano sua moglie, Mariuccia, morta da tempo. E quando il suo ricordo si trasforma in tristezza arriva Ester che si traveste da sua madre perché questo è l’unico modo per avere un rapporto con lui, ma non solo. Lei lo fa anche per dare al padre una parvenza di normalità, un briciolo di speranza seppur inconsapevole. Ed è anche per questo che la ragazza, ogni giorno, smonta il carillon su cui lavora Salvatore.


Biografia

Nata a Reggio Calabria, dopo una laurea in Scienze della Comunicazione, ha ottenuto un Master in Design e Produzione Audiovisiva e un Master in Sceneggiatura Cinematografica. Nel 2018 e nel 2019 è tra i finalisti del concorso per soggetti cinematografici Pitch In The Day. Nel 2020 vince il Pollino Film Fest, sezione soggetti cinematografici, ed è attualmente diplomata al Master in Drammaturgia, scrittura cinematografica e seriale dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Attualmente scrive monologhi, racconti, sceneggiature ed è regista di cortometraggi.

NINNAÒ (20’) – Sezione Filmmakers

Due donne, due storie, due scelte.

Nei primi del Novecento, in una dimora aristocratica, la padrona ha appena partorito. Il bambino, però, è nato morto. Nella stessa casa, una domestica ha diciotto anni e un figlio da allattare. La prima desidera essere madre ad ogni costo, l’altra un futuro diverso da quello già scritto per lei. L’ incontro fra le due le porterà a confrontarsi con i loro desideri più profondi e a compiere una scelta che cambierà radicalmente le loro vite.

Biografia

Nato a Lamezia Terme, dopo il diploma si trasferisce a Roma. Dopo alcune esperienze tra le quali ‘I Bastardi di Pizzofalcone’ come assistente alla seconda unità e alla regia, ‘Il Passaggio’ (Miglior Film Roma 2016, Best Acting Seattle 2016) e ‘L’ippopotamo’ di Lorenzo Marinelli, vince, insieme a Lorenzo Marinelli e Fabrizio Mazzeo, il premio per la Miglior Sceneggiatura alla 70esima edizione del festival di Cannes nella sezione HP Master of Short Film Competition, con il cortometraggio ‘Feel Like Sharing?’. Si diploma al corso di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Durante il suo percorso al CSC gira otto cortometraggi, un documentario e tre videoclip: tra questi i cortometraggi ‘Ho Bisogno del Tuo Amore’ con Peppino Mazzotta e ‘U’ Sarcinale’ che partecipa a diversi festival. Realizza il corto ‘Red Paint’ per la serie di cortometraggi ‘The Red Hour’ nata dalla collaborazione tra il CSC e il brand Campari.

IL FESTIVAL

Quarantacinque film in concorso, 2 anteprime mondiali, e tanti volti nomi del cinema e del teatro che si alterneranno sul palcoscenico del Teatro San Carlo di Benevento: da Paolo Ruffini a Lina Sastri, da Andrea Roncato a Claudio Santamaria e Francesca Barra in collegamento e molti altri. Sono gli ingredienti della XIII edizione del Social Film Festival ArTelesia, il festival del cinema in programma dal 24 al 28 novembre prossimi. Al centro il tema della Rinascenza, una ripartenza che trova nell’arte il suo strumento privilegiato, per affrontare i cambiamenti sociali, di cui il Festival è attento occhio e abile scrutatore: dall’omofobia alla violenza contro le donne, dal bullismo alla lotta per diritti fondamentali, dall’immigrazione all’integrazione, dalla solitudine alle domande sulla fine della vita, dai conflitti mondiali alla guerra contro i lasciti della pandemia, dalla disabilità alla diversità in tutte le sue forme come espressione di bellezza e ricchezza.

Le proiezioni dei film in concorso sono visibili, oltre che nelle sale in presenza, anche accedendo al sito del festival www.socialfilmfestivalartelesia.it