fbpx

Servizi ambientali, sciopero anche a Reggio Calabria: le richieste dei lavoratori [FOTO]

/

Un sit-in a Piazza Italia per il rinnovo del contratto in tutte le imprese pubbliche e private che applicano i CCNL Utilitalia e Fise/Assoambiente

Questa mattina in Piazza Italia a Reggio Calabria si è tenuta il sit-in dei sindacati FP Cgil, FIT-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel per il rinnovo del contratto in tutte le imprese pubbliche e private che applicano i CCNL Utilitalia e Fise/Assoambiente. Interrotte le trattative per il rinnovo dei CCNL del comparto dell’igiene ambientale, una decisione scaturita dalla profonda insoddisfazione per l’andamento del negoziato, sia nel merito che peri tempi che sta avendo: 27 mesi di mancato rinnovo.

“Abbiamo, come sindacato, tenacemente provato a sviluppare i temi della piattaforma e i bisogni dei lavoratori per sottoscrivere un rinnovo contrattuale di prospettiva, più coerente con l’indispensabile sviluppo industriale delle aziende, ma soprattutto come strumento rinnovato nelle regole e nelle tutele per lavoratrici e peri lavoratori. Le associazioni datoriali sia pubbliche che private, nonostante il senso di responsabilità mostrato dai lavoratori del comparto durante tutta la fase pandemica, in questi mesi hanno solo mantenuto degli atteggiamenti spesso ondivaghi e con pregiudiziali varie che hanno poco a che vedere con il rinnovo del CCNL, se non nella logica di abbattimento del costo del lavoro”, affermano i sindacati.

Lo sciopero nazionale che si è tenuto oggi, lunedì 8 novembre, prosegue per l’intera giornata e riguarderà tutti i turni di lavoro con inizio nella medesima giornata.