fbpx

Riparte in tutte le scuole d’Italia il Progetto Biesse “Giustizia e Umanità Liberi di Scegliere”

Siviglia-di bella

Siviglia annuncia: “riparte da Brescia venerdì 12 novembre alle ore 11.00 in collegamento online per poi proseguire in presenza il 16 novembre all’istituto Jaci di Messina dove l’iniziativa sarà ripresa da un canale nazionale francese”

“Si riparte da Brescia -afferma la Presidente Nazionale Biesse Bruna Sivigliavenerdì 12 novembre alle ore 11.00 in collegamento online per poi proseguire in presenza il 16 novembre all’istituto Jaci di Messina dove l’iniziativa sarà ripresa da un canale nazionale francese. Il progetto basato sul percorso ideato dal Giudice Roberto Di Bella Presidente del Tribunale per I Minorenni di Catania è diventato oramai un appuntamento fisso da circa tre anni e coinvolge gli istituti scolastici italiani, riparte anche il concorso nazionale indetto dall’associazione che si concluderà con la consegna di borse di studio e borse lavoro del valore di 500 e mille euro agli studenti che avranno realizzato i migliori tre cortometraggi ed elaborati inerenti il percorso Liberi di Scegliere, le borse di studio sono intitolate a vittime Innocenti delle mafie .-quest’anno prosegue Siviglia- il progetto vede il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria e della commissione Antindragheta. Il Giudice Roberto Di Bella ha saputo dare nuova speranza di riscatto a tanti giovani che vivono in contesti malavitosi ,offrendo loro l’opportunità di cambiare vita per intraprendere un cammino nuovo, oggi il film e il libro Liberi di Scegliere sono diventati strumenti di educazione alla legalità sono sempre più numeri se le scuole che adottato il libro che viene studiato nelle ore di educazione civica. e cittadinanza attiva dagli studenti di tutta Italia una vera rivoluzione culturale che il Giudice Di Bella ha creato con il suo lavoro e con la sua umanità. Se la Calabria ha generato la ‘ndrangheta la stessa Calabria ha sviluppato poi gli anticorpi giudici e culturali per debellare questo virus, gli anticorpi si chiamano Liberi di Scegliere”.