fbpx

Reggio Calabria, tornano in servizio i 7 agenti della Polizia Municipale sospesi a luglio per inchiesta della Finanza. Gli avvocati: “hanno sempre operato con piena legittimità e assoluta onestà”

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Reggio Calabria, revocata dal gip la sospensione dell’esercizio delle funzioni del pubblico ufficio che era stata emessa a carico dei sette agenti di polizia municipale

Vincenzo Cassalia, Concetta Sorbilli, Maria Cinanni, Domenica Fulco, Giacomo Mauro, Paolo Cilione e Umberto Fabio Falcone da domani potranno tornare in servizio presso il comando di polizia municipale di Reggio Calabria. Il Gip presso il tribunale di Reggio Calabria Vincenza Bellini ha infatti disposto la revoca del provvedimento con il quale era stata disposta “la sospensione dell’esercizio del pubblico ufficio rivestito per la durata di mesi 12”. Secondo il giudice infatti, in base agli elementi di novità prodotti, non sono state ritenute più ravvisabili le esigenze cautelari che determinavano allo stato inibizione all’esercizio dell’attività lavorativa. Grande la soddisfazione dei legali dei sette agenti, gli avvocati Attilio Parrelli, Marco Tullio Martino e Saveria Cusumano che con una imponente produzione documentale, indagini difensive, testimonianze e accesso agli atti presso il comando di polizia, hanno da sempre sostenuto la legittimità e la assoluta onestà dell’operato dei propri assistiti che adesso dovranno comunque affrontare il processo che inizierà con la celebrazione dell’udienza preliminare che probabilmente inizierà tra qualche settimana. Poche settimane fa era stato emesso infatti l’avviso di conclusione delle indagini da parte dell’ufficio di procura che dopo avere emesso parere negativo all’istanza dei legali continuerà a sostenere l’accusa in giudizio