fbpx

Reggio Calabria: minacce al presidente Toti, la solidarietà di Imbalzano, Ripepi e Anghelone

Toti a Reggio Calabria Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Reggio Calabria, Imbalzano: “esprimo la mia solidarietà assieme a quella di tanti militanti e sostenitori di Coraggio Italia nei confronti del Presidente Giovanni Toti”

Ancora minacce per Giovanni Toti  con minacce comparse nel quartiere genovese di Oregina. La Prefettura ha deciso di assegnare una scorta al presidente della Regione Liguria“Esprimo la mia solidarietà assieme a quella di tanti militanti e sostenitori di Coraggio Italia nei confronti del Presidente Giovanni Toti per le ignobili e vili minacce che gli sono state rivolte con inquietante e sinistra frequenza negli ultimi giorni, nel tentativo bieco di voler rendere nuovamente attuali, stagioni e anni che la coscienza civile maturata nel nostro Paese crede fermamente di aver confinato in un passato che non abbia più a ripetersi, seppur il ricordo vivido di quella drammatica fase storica resti nitido e intatto nelle menti. L’auspicio è che possano essere presto assicurati alla giustizia gli autori di simili odiosi e preoccupanti gesti”. E’ quanto dichiara in una nota l’avv. Pasquale Imbalzano, già Consigliere comunale nel civico consesso Reggio Calabria, nonché Dirigente ed esponente politico di Coraggio Italia.

Minacce a Toti, la solidarietà di Anghelone e Ripepi

“Condanniamo fermamente tutte le forme di intimidazione e le minacce rivolte in al Governatore Giovanni Toti, a cui esprimiamo la nostra solidarietà”.
E’ quanto dichiarano Saverio Anghelone e Massimo Ripepi, consiglieri comunali ed esponenti di Coraggio Italia. “Ignobile e senza alcun senso – aggiunge Ripepi – arrivare a minacciare di morte chi, come il Vicepresidente di Coraggio Italia Toti, con le sue idee sostiene il suo convincimento ed è sempre dalla parte dei cittadini. Ci siamo già dimenticati le chiusure totali delle attività dei mesi scorsi? Ci siamo dimenticati dei morti di Covid? Non capisco chi sostiene che il vaccino e le precauzioni anti Covid siano superflue. Bisogna rispettare certamente la libertà di pensare e agire degli altri, ma condannare fermamente situazioni come questa”. “Grazie ai vaccini e ai Green pass – conclude Anghelone – abbiamo ripreso a vivere, a lavorare, e soprattutto a non morire. Dobbiamo fare tutti il nostro dovere per superare questa triste e drammatica pagina di storia che ci ha visto combattere improvvisamente con un virus sconosciuto. E’ necessario fare luce su questi episodi verso i quali non può essere manifestata nessuna forma di comprensione. Esprimo la mia solidarietà e la vicinanza a Giovanni Toti.”