fbpx

Reggio Calabria: alla Mediterranea conclusa con successo l’edizione 2021 di “Imboschiamoci per studiare” [FOTO]

/

L’iniziativa, tradizionalmente promossa dai corsi di laurea in Scienze forestali e ambientali del Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, ogni anno vede studenti e docenti impegnati in una settimana di convivenza in bosco, immersi nella natura

Si è conclusa l’edizione 2021 di “Imboschiamoci”. L’iniziativa, tradizionalmente promossa dai corsi di laurea in Scienze forestali e ambientali del Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, ogni anno vede studenti e docenti impegnati in una settimana di convivenza in bosco, immersi nella natura, a svolgere esercitazioni applicative dei contenuti svolti durante il corso. Quest’anno, a causa del protrarsi dell’emergenza pandemica, si è dovuto ricorrere a un’organizzazione mista dell’esperienza; essa si è in parte svolta a distanza, attraverso seminari on-line, e nella fase conclusiva, ha visto il ritorno alle attività in presenza e con il contatto diretto con le risorse e gli ambienti naturali oggetto di studio. I seminari, proposti congiuntamente con la Biblioteca di Agraria si sono articolati da luglio a ottobre in un ciclo di quattro incontri che hanno avuto come protagonisti docenti, ricercatori e professionisti già laureatisi in Scienze forestali e ambientali presso la Mediterranea e che per l’occasione sono stati chiamati ad accompagnare gli studenti in un’esplorazione appassionata del mondo del lavoro. I relatori hanno raccontato le loro esperienze professionali, traendone spunto per prefigurare nuove prospettive occupazionali, non senza averne evidenziato lo stretto legame con l’esperienza dello studio universitario. I temi trattati sono stati quelli del lavoro nei settori nell’insegnamento, delle aree naturali protette e della conservazione della biodiversità, dell’innovazione tecnologica e della ricerca; a svolgerli sono stati relatori qualificati come Luigi Laudari, Francesco Catona, Alessandro Crisafulli, Angelo Merlino, Manuela Plutino, Francesco Solano. Il seminario conclusivo, tenuto dal Dott. Giovanni Aramini, è stato incentrato sul tema della Biodiversità in Calabria. È stato presentato il volume sulla Rete Natura 2000 pubblicato dalla Regione Calabria al termine di una interessante e complessa ricerca, mirante ad ottenere una approfondita conoscenza e la schedatura analitica di tutti i siti costituenti la rete regionale. Grazie anche al contributo del Prof. Spampinato e della dott.ssa Prigoliti sono stati evidenziati gli approcci scientifici seguiti e i risultati ottenuti, a seguito di una proficua collaborazione tra la Regione e le altre istituzioni scientifiche e culturali della Calabria, tra cui il Dipartimento di Agraria della Mediterranea.

Nel corso dell’Incontro il Rettore Prof. Marcello Zimbone, ha espresso il proprio plauso per l’iniziativa evidenziando il ruolo importante svolto in questi anni dai Corsi di Laurea in Scienze forestali e ambientali in una Regione, qual è la Calabria, dove le risorse forestali e il patrimonio naturalistico rivestono un valore inestimabile e richiedono tecnici esperti e qualificati, in grado di gestirli e valorizzarli. I seminari hanno visto una significativa partecipazione di docenti e studenti, con circa duecento presenze registrate e un alto livello di attenzione documentato dal vivace dibattito seguito alle presentazioni dei relatori. Al termine del ciclo di seminari l’iniziativa Imboschiamoci 2021 è proseguita con la partecipazione di un gruppo di studenti della Mediterranea alle Olimpiadi di Selvicoltura, svoltesi a Camaldoli il 14 e 15 ottobre. Qui, studenti di diversi atenei si sono sfidati impegnandosi in squadre miste alle prese con prove pratiche, preparate preliminarmente attraverso seminari didattici condotti da esperti. Gli studenti forestali di Reggio Calabria, guidati dai Proff. Lombardi e Marziliano, hanno partecipato con successo, portando a casa non solo le medaglie olimpiche, ma anche e soprattutto il premio più prezioso: l’approfondimento delle conoscenze settoriali attraverso una esperienza di convivenza costruttiva e di amicizia con altri colleghi e docenti provenienti da tutt’Italia.