fbpx

Reggio Calabria, un patrimonio in Via Florio che se ne va. Pontecorvo: “piuttosto che abbattere gli alberi storici, si poteva scegliere una potatura oculata”

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Gerardo Pontecorvo, Commissario Metropolitano di Europa Verde, ha spiegato che il viale storicamente molto alberato sarà svestito del suo patrimonio: “i cosiddetti alberi dei rosari erano considerati in contrasto col progetto del Waterfront”

I residenti in Via Vincenzo Florio di Reggio Calabria si sono svegliati con gli operai del Comune intenti ad abbattere gli storici alberi. Come si può vedere dalle foto, il viale storicamente molto alberato, situato a pochi passi del Porto, ha visto avviare delle operazioni di “demoralizzazione” del proprio patrimonio arboreo. A dimostrare il proprio dissenso è anche Gerardo Pontecorvo, Commissario Metropolitano di Europa Verde. “Noi due anni fa, come Europa Verde, abbiamo fatto una rimostranza al Comune quando abbiamo visto che sui tronchi degli alberi c’era l’avviso di abbattimento. Abbiamo raccolto diversi informazioni e siamo venuti a conoscenza che i cosiddetti alberi dei rosari erano considerati in contrasto col progetto del Waterfront”, spiega ai microfoni di StrettoWeb. Il divieto di sosta è previsto da oggi lunedì 15 novembre e fino a mercoledì 17 novembre (compreso), in questi tre giorni quindi avverrà l’abbattimento completo.

Le leggi comunque tutelano questo tipo di patrimonio, Pontecorvo però racconta cosa è accaduto in questo caso. Per operare con l’abbattimento di cinque (o più) alberi è necessaria un’informativa alla cittadinanza per renderla partecipare della variazione dell’assetto territoriale: “a noi non risulta che questo passaggio sia avvenuto ed abbiamo evidenziato con forza il fatto che questi alberi costituivano un patrimonio storico della città. Era uno dei pochi viali ancora alberati, che per dignità e bellezza non sarà possibile sostituire”. A detta dell’esperto qualche pianta era ormai vecchia e malridotta all’interno della corteccia, ma a volerlo l’abbattimento poteva essere evitato: “si poteva optare per delle potature oculate per salvaguardare il patrimonio, erano un biglietto da visita per coloro che arrivavano nella nostra città con gli aliscafi”. “A Reggio Calabria abbiamo un problema di fondo, c’è il completo abbandono di tutte le alberature stradali. Non viene mai attuato un programma di ri-alberatura dei viali, il verde ormai sta scomparendo quasi del tutto”, conclude il rappresentante di Europa Verde. Di seguito il link per l’intervista video completa.

Reggio Calabria, alberi abbattuti in via Florio: il disappunto di Europa Verde e del Commissario Pontecorvo [VIDEO]