fbpx

Reggina: Gallo e Taibi si scusano sotto la Curva a fine gara, ma è contestazione fuori dal Granillo [FOTO]

  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
  • Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
    Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb
/

Reggina, il presidente Gallo e il direttore sportivo Taibi si sono presentati sotto la Curva per chiedere scusa ai tifosi al termine della sconfitta contro l’Ascoli

Un clima nerissimo. Non si respira una bella aria, in questo momento, al Granillo. La Reggina ha appena perso contro l’Ascoli la sua terza gara di fila, seconda consecutiva e terza in assoluto di fronte al proprio pubblico. Dopo Benevento i tifosi avevano chiesto “gente che lotta”, ma al triplice fischio di questa sera non sono stati accontentati e così sono partiti i fischi. La squadra si è presentata sotto la Curva per pochi secondi, ma per la prima volta in stagione lo hanno fatto anche il presidente Gallo e il ds Taibi. Il primo ha avuto un piccolo confronto con alcuni sostenitori del tifo organizzato, mentre il secondo si è avvicinato allargando le braccia in segno di scuse. Pochi minuti dopo, contestazione anche fuori dall’impianto di Via Galileo Galilei, con gli ultras che si sono recati sotto la tribuna per dimostrare tutta la delusione per la prestazione non convincente. I tifosi hanno chiaramente detto di credere nel valore della squadra, ma si aspettano un cambio di passo e maggiore grinta in campo già dalla prossima partita.

Nel frattempo la società ha deciso di mandare tutti in ritiro: fino alla trasferta di Lecce, squadra e staff staranno al centro sportivo Sant’Agata.