fbpx

Calabria, Occhiuto: “i vaccinati non possono pagare per le irresponsabilità di una minoranza”

occhiuto-vaccini

Calabria, Occhiuto: “se dovessero aumentare i contagi, ma soprattutto se tale aumento dovesse provocare una pressione sulla rete ospedaliera o sulle terapie intensive e il governo dovesse decidere di porre in essere nuove restrizioni, queste restrizioni non possono riguardare i soggetti vaccinati”

Il Governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, insiste sulla linea di “restrizioni, in caso fossero necessarie, solo per i non vaccinati“. In un intervento al programma “Buongiorno Regione Calabria”, il presidente è chiaro e netto: “sono contrario ad ogni restrizione, tant’è che uno dei miei primi atti da presidente della Regione Calabria è stato quello di modificare la circolare che definiva le modalità per indicare le zone rosse. Non ho fatto alcuna zona rossa. Ho scritto alle aziende sanitarie – rimarca– che non bastavano i contagi, bisognava fare la zona rossa solo dove c’era una pressione sulla rete ospedaliera dovuta al fatto che esisteva un basso numero di vaccinati”. “Però, se dovessero aumentare i contagi, ma soprattutto se tale aumento dovesse provocare una pressione sulla rete ospedaliera o sulle terapie intensive e il governo dovesse decidere di porre in essere nuove restrizioni, queste restrizioni non possono riguardare i soggetti vaccinati, ma devono essere pensate solo per coloro che non lo sono. Chi si è vaccinato non può pagare per la irresponsabilità di una minoranza”, conclude.