fbpx

Milano: le incredibili immagini del corteo No Green Pass, aggrediti due giornalisti [FOTO E VIDEO]

  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
  • Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
    Foto di Paolo Salmoirago / Ansa
/

Anche oggi a Milano si sono tenute le manifestazioni contro la Certificazione Verde: tensione nei minuti iniziali del corteo, quando due giornalisti di Fanpage sono stati spintonati e minacciati da due manifestanti, che sono subito individuati dalla polizia e accompagnati in Questura

Per il sedicesimo sabato consecutivo a Milano è partito, alle 17.31 piazza Fontana, direzione piazza Duomo, il corteo dei cittadini No Green pass. In strada alcune migliaia di persone, un vero e proprio fiume di gente ha riempito le strade del centro. Tra questi presente anche l’ex brigatista Paolo Maurizio Ferrari, già denunciato due settimane fa per manifestazione non autorizzata. Nella fase iniziale i manifestanti hanno seguito il percorso previsto dalla Questura ma già ieri, in una nota, gli organizzatori hanno annunciato di voler percorrere altre strade  (“Dobbiamo passare in corso Buenos Aires o davanti alla Cgil, altrimenti non se ne fa nulla”) rispetto a quelle a loro imposte.

A differenza delle volte precedenti, infatti, oggi c’era un percorso definito prescritto dal questore Giuseppe Petronzi; tuttavia gli esponenti del movimento che si oppone al certificato verde non hanno seguito l’itinerario. “L’ipotesi proposta ai manifestanti – si legge in una nota della Questura – ha trovato, in linea con i comunicati dei giorni precedenti, la ferma opposizione di questi, che hanno palesato, in tal modo, un maggiore interesse alla contrapposizione fine a se stessa che alla ricerca di un’ipotesi volta a garantire il diritto di manifestare”. A quel punto, il questore Giuseppe Petronzi – che sin dall’inizio della partita aveva comunque deciso che sarebbe stato lui ad avere l’ultima parola sulla valutazione del risultato della mediazione – ha rotto gli indugi, emettendo un provvedimento di prescrizione con orari e tracciato fissi per la manifestazione, che come detto non sono stati rispettati.

‘No green pass’, ‘La gente come noi non molla mai’, ‘Giu le mani dai bambini’ i cori accompagnati da fischietti e trombe, tra cartelli a favore della libertà di non vaccinarsi. Tra i manifestanti anche un gruppo di lavoratori della logistica con i gilet gialli – con lo striscione ‘ora è sempre resistenza’ – in omaggio alle proteste che si sono viste in Francia. Poco prima della partenza due giornalisti di Fanpage sono stati spintonati e minacciati da due manifestanti, che sono subito individuati dalla polizia e accompagnati in Questura. Secondo le prime informazioni, si tratta di due fratelli: uno ha spintonato i giornalisti; l’altro gli si è avvicinato dopo l’arrivo della polizia, e al controllo è risultato sprovvisto di documenti. Per questo, entrambi sono stati accompagnati in Questura.

Proteste contro il Green Pass: marea umana a Milano [VIDEO]