fbpx

È morto Giampiero Galeazzi: voce storica dei grandi successi dello sport italiano

Giampiero Galeazzi Foto di Claudio Peri / Ansa

Morto Giampiero Galeazzi, voce storica dei successi dello sport italiano: il giornalista romano si è spento all’età di 75 anni

Mondo dello sport in lutto: è morto all’età di 75 anni Giampiero Galeazzi. Il telecronista romano si è spento nella Capitale nelle ultime ore. Volto e voce storica delle telecronache sportive italiane, conduttore televisivo, giornalista ed ex campione di canottaggio, Galeazzi era malato da tempo di diabete. Soprannominato affettuosamente “Bisteccone”, Galeazzi ha fatto appassionare milioni di telespettatori con le sue telecronache avvincenti: storiche quelle legate ai trionfi dell’amato canottaggio e alle imprese olimpiche dei fratelli Abbagnale a Seul 1988.

Nato a Roma il 18 maggio 1946, Giampiero Galezzi ha passato la propria gioventù tra studio e sport. Dopo la laurea in Economia ha lavorato per alcuni mesi nell’ufficio marketing e pubblicità della Fiat a Torino, seppur la sua passione lo ha portato verso il canottaggio: nel 1967 vinse il campionato italiano in singolo. Successivamente ha intrapreso la carriera da giornalista sportivo in Rai, prima in radio e poi in tv alla Domenica Sportiva e a Mercoledì Sport. Dal 1992 al 1999 ha condotto 90esimo Minuto e ha partecipato alla conduzione del festival di Sanremo del 1996, accanto a Pippo Baudo. Nel 2010 e nel 2012 ha partecipato a Notti Mondiali e Notti Europee.