fbpx

Messina, il primato in Sicilia sulla differenziata di carta e cartone: in tre anni raccolta triplicata

comieco riciclo carta e cartone

Mursia, Comieco: Messina prima in Regione per conferimento pro capite in Sicilia tra città metropolitane. La raccolta della carta è passata in tre anni da 2000 a 6000 tonnellate

“I dati effettivi della raccolta di carta e cartone a Messina nel 2021 sono decisamente lusinghieri, come media procapite sono i più alti che nelle altre città metropolitane siciliane e raggiungono la media del Sud Italia, poiché sono passati in pochi mesi da 20 kg ciascuno a 46 kg. Soprattutto è da evidenziare che per la raccolta di carta è cartone  nelle  famiglie si è riusciti in poco tempo a passare dalle 305 tonnellate di gennaio scorso,  alle circa 600 tonnellate di maggio, cioè da quando è eliminato anche l’ultimo cassonetto e c’è stata la raccolta porta a porta su tutto il territorio comunale. Quindi in 4 mesi i dati sono addirittura raddoppiati, così come si sono registrati notevoli aumenti per la raccolta di carta e cartone delle utenze commerciali”. Lo ha detto Marco Mursia, referente Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) della Sicilia partecipando stamani ad webinar con gli studenti ed il personale scolastico degli Istituti di Istruzione Superiori sulle buone pratiche della raccolta differenziata,  nell’ambito delle iniziative della settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti. Al webinar hanno partecipato tra gli altri anche l’assessore all’ambiente Dafne Musolino, la componente del Cda di Messinaservizi Mariagrazia Interdonato, il direttore generale di Messinaservizi Nicola Russo.

“Negli ultimi 3 anni – prosegue Mursia – nella città di Messina da 2000 tonnellate complessive di carta cartone raccolte, siamo ora ad una proiezione per il 2021 di più di 6000 tonnellate, con un aumento record, perché la raccolta  è triplicate nelle uteneze domestiche. Risultati eccellenti per la raccolta selettiva di imballaggi passando in tre anni da 2600 tonnellate a 5500 tonnellate e nel corso del 2021. C’è stata un’importante inversione di tendenza, poiché ora si raccoglie  di più tra le famiglie piuttosto che negli esercizi commerciali, come avviene in tutte le regioni che sono più avanzate dal punto di vista della differenziata. Messinaservizi in generale è inoltre arrivata al 58 percento come dato complessivo di proiezione della differenziata, poiché ci sono ottimi risultati non solo per carta e cartone ma anche tutti gli altri materiali differenziabili”.

I ragazzi delle scuole hanno apprezzato molto l’incontro apprendendo, tra l’altro dalle parole dell’assessore e della consigliera Interdonato come è organizzata Messinaservizi Bene Comune, quali risultati sono stati ottenuti in pochi anni e come dall’ impianto di selezione le ecoballe di carta e cartone arrivano negli impianti di trasformazione e poi alle cartiere per poi diventare nuovamente materiale da riutlizzare. “Siamo molto soddisfatti – ha aggiunto il presidente di Messinaservizi Giuseppe Lombardo – i sacrifici richiesti e le azioni messe in campo  da questa amministrazione e accolte dal management della società e da tutti gli operatori hanno dato risultati più che ottimi, come certificato da Comieco. Naturalmente tutto questo non sarebbe stato possibile se non ci fosse stata la collaborazione della stragrande maggioranza dei cittadini, che hanno compreso l’importanza del cambiamento e stanno contribuendo alla rivoluzione  per far diventare la città più ecosostenibile e non mandare più in discarica decine di miglia di materia prima seconda”. Domani, giovedì 25, altra iniziativa nella quale saranno coinvolti gli alunni degli Istituti Comprensivi con una mostra fotografica per illustrare i Laboratori del Riciclo 2021.