fbpx

Messina, il consigliere comunale Gioveni chiede la convocazione COV per valutare la riapertura dello svincolo di Giostra

gioveni

Libero Gioveni, consigliere comunale e Presidente della Commissione Viabilità del Consiglio Comunale, chiede la convocazione COV per valutare una possibile riapertura sperimentale dello svincolo di Giostra. La inviata al Prefetto Cosima Di Stani

Il sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale e Presidente della Commissione Viabilità del Consiglio Comunale, facendo seguito a delle proprie precedenti missive sulla problematica in oggetto inoltrate a codesta Prefettura in data 6 ottobre 2020 e 19 febbraio 2021, desidera reiterare quanto segue:

Nel ribadire i propri personali apprezzamenti per il grande impegno che tutte le componenti chiamate in causa ormai da 13 mesi (codesta Prefettura, il COV, il Comune di Messina, il CAS ecc.) hanno messo in atto per garantire la pubblica sicurezza in relazione ai realizzandi lavori di messa in sicurezza del viadotto Ritiro ed anche per evitare le possibili interferenze nella rampa di uscita dello svincolo,

lo scrivente,

avendo preso nuovamente atto, sia direttamente che indirettamente dei seri disagi a cui giornalmente, specie nelle ore di punta, la cittadinanza va incontro a motivo soprattutto, oltre che della riapertura delle scuole, anche delle progressive aperture di diverse facoltà universitarie in zona Papardo (proprio ieri hanno fatto ingresso anche gli studenti del primo anno di Medicina), non può non manifestarLe l’opportunità di far rivalutare le decisioni (certamente legittime e fondate da valide motivazioni tecniche legate alla sicurezza) che il Comitato Operativo per la Viabilità aveva assunto nell’estate 2020.

E’ di tutta evidenza che con la presente il sottoscritto, condizioni di sicurezza permettendo, guarda con fiducia ad una possibile riapertura dello svincolo certamente in via sperimentale, almeno fino al periodo in cui sarà attivato il doppio senso di circolazione oppure, possibilmente, fino alla prima decade del prossimo mese di giugno, proprio perché è ben consapevole che l’aumento del flusso veicolare in tangenziale in estate e il crescente andirivieni di autovetture fra la città e i comuni tirrenici in tale periodo dell’anno, potrebbero generare dei pregiudizi alla circolazione e alla sicurezza su un asse autostradale in atto fortemente precario.

Peraltro, lo scrivente ritiene sommessamente che anche il richiesto e imprescindibile presenziamento ritenuto essenziale dal COV per autorizzarne l’apertura, potrebbe in parte essere garantito dallo stesso Comune di Messina che, proprio da lunedì scorso, dispone nuovamente di n. 46 agenti della Polizia Municipale, grazie ai fondi del Decreto Sicurezza che il Ministero, attraverso codesta Prefettura, ha rifinanziato a Palazzo Zanca.

Pertanto, in virtù di tutto quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale, richiamando le parole del suo predecessore, S.E. Il Prefetto dott.ssa Librizzi a margine della nota di risposta prot. n. 0094915 del 12 ottobre 2020, con le quali non aveva escluso la possibilità di prendere in considerazione la richiesta in esame in un secondo tempo (e da quella nota è trascorso più di 1 anno!),

C H I E D E

alla S.S. Ill.ma di valutare concretamente la possibilità di una convocazione del Comitato Operativo per la Viabilità, finalizzato ad una auspicabile riapertura al transito in via temporanea e sperimentale dello svincolo di Giostra.

Nelle more di un cortese riscontro della presente, l’occasione è gradita per porgerLe cordiali saluti.