fbpx

Messina, il consigliere Cipolla a StrettoWeb: “De Luca è il miglior amministratore d’Italia, se si candida alla Regione è come se si candidasse la nostra città” [INTERVISTA]

De Luca-Cipolla

Messina, il consigliere Cipolla a StrettoWeb: “Vaccini? Secondo me e secondo i dati degli ultimi mesi, la campagna vaccinale non sta andando proprio bene”

E’ consigliere comunale di Messina e sostenitore dell’amministrazione De Luca, Ciccio Cipolla, commercialista e revisore legale dei conti, rappresenta il politico impegnato per lo sviluppo del territorio. Con il consigliere Cipolla abbiamo discusso della probabile candidatura del sindaco De Luca alle regionali, della campagna vaccinale, del governo presieduto da Mario Draghi e del Green pass.

Il sindaco De Luca sarà, molto probabilmente, candidato alle regionali e sfiderà Musumeci, Lei cosa pensa?

“Non so se il sindaco si candiderà alle prossime consultazioni regionali, se cosi fosse, a mio parere, non si candida Cateno De Luca ma si candida la città di Messina. Dobbiamo fare capire questo ai cittadini anche perché molti provvedimenti e molte opere, sono bloccati dall’incapacità amministrativa regionale. Se il Sindaco dovesse prendere questa decisione, sarebbe un bene per l’intera regione, essendo il migliore amministratore del panorama politico attuale”.

Come giudica l’organizzazione della campagna vaccinale e Messina?

“Secondo me e secondo i dati degli ultimi mesi, la campagna vaccinale non sta andando proprio bene. Dopo il boom dell’inizio della campagna generale a giugno e nonostante l’enorme numero di incentivi messi in campo dall’Asp (che praticamente sta cercando a uno a uno i non ancora vaccinati per permettergli di farlo) il numero delle inoculazioni in città è calato sempre più lasciando spazio principalmente alle seconde dosi e raggiungendo (escludendo le 174 dosi del 15 agosto), il suo dato più basso il 12 settembre, con 1014 vaccinazioni. Non ho i dati del mese di ottobre”.

Cosa pensa del Governo Draghi?

“Credo di più ad un governo eletto democraticamente dal popolo piuttosto che ad un governo di nominati”.

Cosa pensa della questione Green Pass?

“Vivo la mia quotidianità con persone vaccinate ed io stesso lo sono. Sono favorevole al Green Pass perché è un dovere civico e morale volto a garantire la salute e la libertà di tutti. Giudico esecrabile, accostare il green pass alla Shoah”.