fbpx

Messina, sabato 6 novembre in concerto il duo formato dalla violinista Maristella Patuzzi e dal pianista Andrea Bacchetti

  • Foto di Giuseppe Melandri
    Foto di Giuseppe Melandri
/

Sabato 6 Novembre al Palacultura Antonello terzo appuntamento della Stagione Concertistica dell’Accademia Filarmonica di Messina. Protagonista il duo formato dalla violinista Maristella Patuzzi e dal pianista Andrea Bacchetti 

Sabato 6 Novembre alle 18  presso il Palacultura Antonello il debutto a Messina della violinista di origine svizzera Maristella Patuzzi, autentica virtuosa dell’archetto, in duo col pianista genovese Andrea Bacchetti, interprete affermato soprattutto nel repertorio barocco e classico. Bellissimo e molto impegnativo il programma proposto: Tartini (Sonata “Didone abbandonata”) Mozart (Sonata K 301), Bartók (le celebri Danze Popolari Rumene), Bloch (Nigun) e Pablo de Sarasate (Zigeurnerweisen e Carmen Fantasy).

Un programma altamente virtuosistico  per Maristella Patuzzi e Andrea Bacchetti, da anni ospite televisivo nei programmi di Piero Chiambretti e partner abituale di Uto Ughi e Domenico Nordio.

Maristella Patuzzi violinista, ha registrato a soli 11 anni in duo con suo padre Mario, Tzigane di Ravel per la Radiotelevisione svizzera ed a soli 13 anni ha pubblicato un disco dal vivo per Sony. Vincitrice di concorsi nazionali e internazionali, ha tenuto concerti in Europa, Russia, Asia, Stati Uniti, Africa, Canada, Australia e America Latina solo per citarne alcuni. A 17 anni ha ottenuto la maturità a Lugano e il diploma di violino con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio di Milano. Nel 2009 ha ottenuto il Master presso l’Indiana University di Bloomington e nel 2011 il Master al Conservatorio della Svizzera italiana sempre con il massimo dei voti. Dal 2013 incide per Brilliant Classics, Decca e Dynamic. Attualmente suona su un violino Michael Platner, Roma 1728. Il prestito di questo strumento rientra nell’attività del progetto “Adopt a Musician”, una fra le iniziative ideate e gestite da MusicMasterpieces di Lugano.

Andrea Bacchetti debutta ad 11 anni con i Solisti Veneti in Sala Verdi a Milano.  Da allora suona nei maggiori  Festival Internazionali e nei più prestigiosi centri   musicali   del mondo. È  ospite  delle   più   importanti   associazioni concertistiche   e delle più importanti  orchestre  quali Lucerne Festival Strings, Camerata Salzburg, RTVE Madrid, OSI Lugano, Prague Chamber Orchestra,  Filarmonica   della   Scala,   Philarmonie   der   Nationen Amburgo, Enescu Philharmonic Bucarest, con direttori come Bellugi, Guidarini, Bisanti, Venzago, Luisi, Zedda, Manacorda, Angius,  Max Valdes, Nanut, Toyama, Bender, , Panni, Pehlivanian, Chung, Baumgartner, Ceccato, solo per citarne alcuni. Fra la sua discografia da ricordare il SACD con le sonate di Cherubini (Rosette Penguin Guide UK), The Scarlatti Restored Manuscript (vincitore dell’ICMA  nella categoria  Baroque Instrumental); di Bach, Invenzioni e Sinfonie (CD del mese BBC Music Magazine), The Italian Bach (Cd del mese Record Geijutsu); i concerti per tastiera di Bach alla guida dell’Orchestra Nazionale della RAI, premiato con 5 stelle dalla rivista MUSICA, Goldberg Variations (CD del mese delle riviste Pizzicato e Fonoforum).