fbpx

Messina: aree interne della Ionica senza pediatra di base. Zafarana (M5S): “la Regione intervenga al più presto”

Messina: la deputata regionale, autrice di un’interrogazione parlamentare: “le comunità più lontane penalizzate in modo severo. Urgente modificare la distribuzione territoriale dei distretti sanitari”

Da ormai troppi mesi i cittadini dei comuni di San Teodoro, Cesarò, Santa Domenica Vittoria, Moio Alcantara, Roccella Valdemone e Malvagna sono privati del servizio di pediatra di base. Tecnicamente, sulla carta, il servizio sembrerebbe garantito, ma, di fatto, i cittadini lamentano una totale assenza del servizio a causa della scopertura delle aree più interne del territorio. Oggi, in VI Commissione Salute all’ARS, si è tenuta sul tema l’audizione delle istituzioni sanitarie regionali, durante la quale è emerso che, entro la metà del prossimo mese, l’Asp provvederà a coprire il servizio con una soluzione tampone, attraverso un Punto di Primo Intervento Pediatrico, in attesa che a giugno 2022, a seguito di pensionamento, venga individuato un altro pediatra, destinato proprio a questi territori, ad oggi scoperti. “Già diversi mesi fa – commenta Zafarana a margine dell’audizione – presentai un’interrogazione parlamentare per chiedere al governo regionale quali interventi stesse attuando per risolvere il problema. Siamo di fronte, infatti, a una grave compromissione del diritto alla salute di un’intera fascia di popolazione, quella dei più piccoli, alla quale dovrebbe invece essere riservata un’attenzione dedicata”. “Le comunità che abitano quei territori – continua la deputata – sono già costrette a subire enormi disagi a causa della scarsità dei servizi di collegamento viari e infrastrutturali. Come se non bastasse sono costretti a lunghi e scomodi trasferimenti in occasione di ogni eventuale visita cui devono sottoporre i propri piccoli”. “Dopo la mia interrogazione – conclude Zafarana – e l’audizione di oggi, chiederemo, attraverso una risoluzione, la rimodulazione dei distretti sanitari in modo da renderli più rispondenti alle esigenze del territorio, garantendo ai territori sulla costa e a quelli interni i medesimi servizi. Nel frattempo mi aspetto che l’assessore Razza, oggi assente ingiustificato, intervenga in modo celere per risolvere nel più breve tempo possibile questo disagio”.