fbpx

Le Ricette di StrettoWeb – Pasta al forno con cavolfiore e provola

/

Le ricette di StrettoWeb: ricetta e tradizione della pasta al forno con cavolfiore e provola

Semplice e dal gusto delicato la pasta al forno con cavolfiore e provola riflette in modo chiaro la cucina calabrese e del sud Italia. Un piatto autunnale dal ripieno filante perfetto per facilitare il consumo di questi ortaggi preziosi per la salute. 

Difficoltà: facile

Preparazione: 15 minuti

Cottura: 30 minuti

Porzioni: 4 persone

Costo: basso

INGREDIENTI

280 gr. di pasta

300 gr. di cavolfiore

150 gr. di provola silana

1 spicchio d’aglio

50 gr. di parmigiano grattugiato

Pangrattato q.b.

Peperoncino rosso calabrese

Olio extravergine di oliva e sale

Preparazione

Eliminate le foglie esterne e lavate il cavolfiore, ricavate le cimette e fatele sbollentare in acqua salata per 10 minuti. Scolatele e versatele in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio ed il peperoncino. Aggiungete un pizzico di sale, fate rosolare il cavolfiore e nel frattempo cuocete la pasta. Scolatela al dente ed unitela in padella al condimento mescolando bene. Ungete una teglia e versate la pasta, aggiungete il parmigiano grattugiato, la provola a dadini ed il pangrattato ed infornatela a 180 gradi per 15 minuti al GRILL.

Conservazione

La pasta al forno con cavolfiore e provola si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Curiosità e benefici del cavolfiore

Ortaggi autunnali dall’elevato potere saziante e dal basso contenuto calorico, solo 25 calorie per 100 grammi, i cavolfiori sono una miniera di vitamine, sali minerali e potenti antiossidanti. Come tutte le crucifere sono particolarmente preziosi, infatti, grazie al perfetto equilibrio dei loro componenti svolgono un’azione benefica sulla salute. Contengono non solo principi nutritivi ma principi attivi antibatterici, antinfiammatori ed antiossidanti, sono depurativi e remineralizzanti e facilitano la rigenerazione dei tessuti. Indicati in caso di diabete perché favoriscono il controllo dei livelli di zuccheri nel sangue cavolfiori e broccoli sono oggetto di recenti ricerche scientifiche che li considerano efficaci nel contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi. Al vapore, gratinati, utilizzati come condimento per la pasta o nelle minestre non dovrebbero mai mancare nella dieta invernale.

Consiglio della zia

Arricchite la pasta al forno con cavolfiore e provola aggiungendo cubetti di speck.