fbpx

Emergenza abitativa a Messina, l’allarme di Gioveni: “a rilento lo scorrimento della graduatoria per 25 famiglie con minori”

Libero Gioveni, consigliere comunale di Messina e capogruppo di FdI, pone l’accento sul lento scorrimento della graduatoria per l’emergenza abitativa per 25 famiglie con minori

“Il sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale e capogruppo di FdI, in riferimento all’ormai annosa problematica in oggetto per la quale ho investito in più occasioni l’Amministrazione con apposite interrogazioni e solleciti, intende significarLe specificatamente quanto segue:

Appare superfluo rimarcarLe, da profondo conoscitore qual è delle problematiche e delle diverse emergenze che colpiscono la popolazione messinese, quanto sia sempre più urgente porre fine ad una triste ed inqualificabile vicenda che investe almeno la metà delle 25 famiglie che già da più di 2 anni si ritrovano inserite a pieno titolo nella graduatoria per l’emergenza abitativa, varata tra l’altro con forte ritardo visto che essa è il frutto di un bando scaduto addirittura nel lontano 28 maggio 2018!!!

Lo scrivente è ben consapevole degli sforzi che l’Amministrazione sta facendo per recuperare quanti più alloggi possibili, così come è ben informato del fatto che, per il periodo legato al Covid, ha dovuto necessariamente dare priorità ai nuclei (alcuni dei quali in graduatoria) che avevano occupato le scuole dismesse per evitare i pericolosi assembramenti, ma è di tutta evidenza il fatto che, esistendo la graduatoria in questione e al netto del fatto che l’attenzione sembra essere indirizzata maggiormente per le altrettanto importanti questioni del Risanamento, occorre accelerare quanto più la completa assegnazione degli alloggi a tutte le 25 famiglie aventi diritto, anche nell’interesse di tutte quelle altre famiglie messinesi che da ben 3 anni e mezzo (cioè da quando è scaduto l’ultimo bando) sono di fatto impedite a presentare delle nuove istanze, nonostante il Regolamento comunale per l’assegnazione degli alloggi popolari approvato nel 2012 preveda chiaramente che il bando debba essere varato ogni 2 anni.

Naturalmente, il motivo per il quale il sottoscritto La interpella con la presente, è legato al fatto che in quasi tutte le famiglie in questione siano presenti dei minori il cui diritto a poter vivere in una dimora dignitosa (peraltro acquisito con un regolare bando pubblico) deve essere garantito con ancora più solerzia e scrupolo, soprattutto se si pensa che alcuni di essi, da informazioni che ho potuto acquisire, soffrono anche di alcune patologie (disturbi del comportamento, malattie al fegato ecc.), tant’è che risultano destinatari di relativa indennità di frequenza.

Pertanto, in virtù di tutto quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale, a sostegno dei propri precedenti solleciti e interrogazioni volte alla definizione della vigente graduatoria con relativa assegnazione degli alloggi alle famiglie aventi diritto,

CHIEDE

alla S.S. Ill.ma un Suo autorevole intervento per un auspicabile lieto epilogo dell’annosa vicenda soprattutto nell’interesse dei minori coinvolti, con preghiera di investire ufficialmente l’Amministrazione che ad oggi, nonostante gli impegni assunti, non vi ha ancora adempiuto totalmente.

Nel ringraziarLa anticipatamente per le iniziative che vorrà porre in essere e delle quali rimango in attesa di riscontro, Le porgo cordiali saluti”. Lo scrive in una nota Libero Gioveni, consigliere comunale di Messina e capogruppo di FdI.