fbpx

Covid, Vaia (Spallanzani): “non serve vaccinare i bambini, neppure uno è in rianimazione”

vaccino bambini Foto di Abir Sultan / Ansa

Il direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani, si definisce “vaccinista convinto”, ma non crede sia corretto in questo momento vaccinare i bambini dal Covid-19

“Ho due nipotine e sono un vaccinista convinto ma il mio consiglio in questo momento è quello di non vaccinare i bambini”. Lo ha detto Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma nella puntata di “Restart – L’Italia ricomincia da te”, in onda su Rai2. “La vaccinazione è un problema di sanità pubblica ma non dobbiamo far carico ai bambini di risolvere un problema sociale”, ha proseguito, chiarendo che non sono vettori di contagio. “I loro contagi nascono in famiglia, dobbiamo proteggerli noi, vaccinando i genitori e il personale scolastico. Non c’è nessun bambino in rianimazione, resistono al virus e non si capisce perché, non conoscendo in questo momento gli effetti a lunga distanza, dobbiamo vaccinarli”. Secondo Vaia “la via italiana della gradualità è la migliore se dovessimo accorgerci a un certo punto che serve vaccinare i bambini lo faremo, ma non adesso”. Le dichiarazioni sono forti ed arrivano prima rispetto alla decisione dell’Ema, che ha deciso di approvare il vaccino di Pfizer per i bambini nella fascia 5-11 anni.

“Stop al quotidiano bollettino Covid, non c’è nessuna catastrofe”: la decisione dello Spallanzani è uno spiraglio di normalità