fbpx

Covid, è scontro tra Parenzo e Zuccarello: “non si muore dopo il vaccino? Dillo ai familiari della 18enne di Genova…”

parenzo zuccarello

Acceso dibattito tra David Parenzo e Santi Daniele Zuccarello sul tema dei vaccini anti-Covid: paroloni, insulti e provocazioni sono volate tra i due. Farò la terza dose tra qualche giorno, spero non ti accada nulla

Due posizioni sul vaccino anti-Covid molto diverse, Giuseppe Cruciani ne era consapevole, ed infatti battaglia fino all’ultimo sangue è stata. Se le sono dette di tutti i colori, nel corso del programma radiofonico La Zanzara, David Parenzo e Santi Daniele Zuccarello. L’ex Consigliere Comunale di Messina ha portato in studio la testimonianza di un paziente che, dopo la somministrazione del siero, è divenuto impotente. “Gente come te non dovrebbe intervenire in queste trasmissioni, probabilmente quell’uomo era già impotente da prima”, ha affermato il giornalista padovano. “Questi vaccini sono sicuri e chi li assume, qualora dovesse contagiarsi, ha una carica virale più bassa. Sei “zucca-vuota”, mortacci tua, io tra pochi giorni farò la terza dose”, ha puntato il dito Parenzo riferendosi all’interlocutore siciliano.

Ferma è stata poi la riposta di Zuccarello: “i vaccini sono sicuri? Vallo a dire alla famiglia di Camilla Canepa, morta a 18anni dopo l’inoculazione del farmaco di AstraZeneca. Ti auguro che dopo la terza dose non ti accadrà nulla di grave. Questi non sono vaccini, perché permettono di contagiare e contagiarsi”. A questa provocazione sull’efficacia dei farmaci, Parenzo non ci vede più dagli occhi: “stai dicendo falsità, la protezione c’è e scade dopo qualche mese. Ecco perché si deve fare il richiamo, esattamente come l’influenza”. Pronta la replica del politico messinese: “e allora ditelo chiaramente, che il Covid è come l’influenza ed ogni anno si dovrà fare il richiamo”. Tra teorie complottiste, con il Green Pass considerato uno strumento di controllo sociale, e l’“Italia paese cavia come Israele”, Zuccarello ha continuato il suo acceso dibattito a tratti molto trash con Parenzo. Ed entrambi convinti delle proprie ragioni se le sono date (virtualmente) di santa ragione.