fbpx

Cosenza: arrestate due persone per evasione

Servizi di controllo del territorio a Cosenza: i carabinieri arrestano 2 persone per evasione e notificano una misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa

I Carabinieri della Compagnia di Cosenza, nel corso della settimana appena trascorsa, hanno posto in essere articolati e specifici servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere, mettendo in campo un consistente dispositivo che ha consentito di effettuare un capillare controllo del territorio nel capoluogo bruzio e nelle aree limitrofe. A Cosenza, i militari della Sezione Radiomobile, nel corso dei controlli alle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, transitando per una via del centro abitato, riconoscevano in un soggetto che camminava un 25enne di fatto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Per tale motivo procedevano immediatamente a fermare il soggetto, il quale non aveva alcuna autorizzazione a lasciare il suo domicilio. Per tale motivo, di fatti, veniva tratto in arresto in flagranza di reato per evasione e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. I militari della Stazione di Casali del Manco (CS), nel corso di un servizio perlustrativo, traevano in arresto in flagranza per il reato di evasione un 36enne di fatto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari e sorpreso dalla pattuglia dell’Arma mentre transitava per le strade del centro abitato mentre rincasava. Accortosi della presenza dei militari lo stesso 36enne si dava a precipitosa fuga nel tentativo di raggiungere la propria abitazione. Bloccato, è stato sottoposto nuovamente alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I militari della Stazione di Cosenza Centro hanno invece notificato ad un 31enne originario del capoluogo bruzio la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa a seguito della denuncia presentata nei confronti dello stesso per i reati di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori. L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Cosenza rimane comunque sempre alta e costante sull’intero territorio di competenza al fine di garantire le migliori condizioni di ordine e sicurezza pubblica. I servizi di prevenzione e repressione svolti dall’Arma dei Carabinieri continueranno con assiduità, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua attività info-investigativa al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.