fbpx

Commentò l’omicidio di Mario Cerciello Rega con la frase “uno in meno”: condannata a 8 mesi la prof di Novara

Marcio Cerciello Rega Foto Facebook Rosa Maria Esilio / Ansa

Condannata a 8 mesi la professoressa di Novara che commentò con la frase “uno in meno” l’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega

Uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza”. Con queste parole, pubblicate in un post Facebook, Eliana Frontini, insegnate di storia dell’arte di Novara, aveva commentato l’omicidio di Mario Cerciello Rega, vicebrigadiere dei carabinieri ucciso da 8 coltellate mentre era in servizio. La professoressa è stata condannata a 8 mesi di reclusione, secondo quanto riporta “Sky Tg 24”, con le accuse di vilipendio alle Forze armate e diffamazione. La donna è stata condannata anche al risarcimento delle parti civili entro un anno per ottenere il beneficio della sospensione condizionale della pena: le cifre stabilite sono di 8.000 mila euro per Rosa Maria Esilio, vedova del vicebrigadiere, e 5.000 euro per il Ministero della Difesa. Assolto invece il marito dell’insegnante, Norberto Breccia, che era accusato di favoreggiamento.