fbpx

Collegamenti fra Messina e le isole Minori, De Luca (M5S): “l’isola di Salina è fortemente penalizzata”

De Luca M5S

Il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca ha firmato un’interrogazione indirizzata al presidente della Regione Musumeci e all’assessore regionale alle infrastrutture e Mobilità Falcone

Il Comune di Santa Marina di Salina fortemente penalizzato ed i suoi residenti trattati come cittadini di serie B“. A dirlo è, senza mezzi termini, il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca, che contesta il contenuto dei bandi relativi ai   collegamenti marittimi integrativi con le Isole Minori/ Lotto Eolie.

Il parlamentare pentastellato ha firmato una interrogazione indirizzata al presidente della Regione Nello Musumeci e all’assessore regionale alle infrastrutture e Mobilità Marco Falcone, evidenziando numerose criticità e ribadendo che “la continuità e l’efficienza dei collegamenti marittimi costituiscono fattori essenziali per la vita quotidiana, studentesca e lavorativa di chi risiede in queste isole“.

I suddetti bandi– spiega l’on. Antonio De Lucaprevedono un inaccettabile taglio delle corse, comportando enormi disagi ai pendolari ed ai turisti che si spostano da e verso le isole Eolie e le altre isole minori anche in periodi di bassa stagione“.

Come denunciato dal sindaco di Santa Marina Salina – scrive il deputato pentastellato nell’interrogazione –  la frequenza dei collegamenti è stata infatti ridotta da 7 a 5 giorni da e per Milazzo e addirittura a soli 3 giorni da e per Palermo, con le corse dimezzate e orari mal distribuiti. Qualche esempio: l’ultima corsa da Milazzo è prevista tra le 17 e le 17.30 e sono state cancellate le due partenze attualmente previste alle 18.15 e alle 19.10; e ancora il previsto collegamento Eolie/Messina interessa solo le isole di Lipari e Vulcano, escludendo qualsiasi collegamento da Salina. Inoltre non è stato previsto un aliscafo che faccia base a Santa Marina Salina“.

I collegamenti a mezzo nave con direzione Alicudi – continua nel documento il parlamentare regionale  – fanno scalo esclusivamente nel porto di Rinella, e non anche a Santa Marina Salina, riducendo da 5 a 4 la frequenza della prima partenza da Milazzo  e creando disagi anche al trasporto commerciale, che è di fondamentale importanza per il Comune di Salina”.

Secondo l’on. De Luca: “alla grave disorganizzazione tra i collegamenti marittimi  si aggiunge l’ulteriore penalizzazione per i pendolari dovuta ai costi elevati dei biglietti, con una evidente disparita rispetto ai collegamenti statali”.

Alla luce delle criticità evidenziate e anche  considerato che nei giorni scorsi i sindaci dei Comuni delle isole Eolie hanno sollecitato il potenziamento dei collegamenti marittimi,  il deputato pentastellato Antonio De Luca interroga il presidente Musumeci e l’assessore Falcone per sapere “se ed in che maniera l’assessorato  intenda intervenire al fine di assicurare un adeguato collegamento per le isole Eolie minori tenuto conto dei disagi e delle penalizzazioni che subisce quotidianamente la popolazione ivi residente”.