fbpx

Coldiretti Calabria, gli auguri di Aceto alla nuova Giunta Regionale: “primi atti improntati alla realpolitik. Pronti a collaborare”

Coldiretti regala passata di pomodoro

Franco Aceto, presidente di Coldiretti Calabria, si dice pronto a collaborare con la nuova Giunta Regionale alla quale porge i migliori auguri di buon lavoro in favore dei calabresi

“Dopo la nomina degli assessori e l’assegnazione delle deleghe da parte del Presidente Roberto Occhiuto e all’indomani della prima riunione della Giunta Regionale esprimiamo ai neo assessori i più sentiti auguri di poter svolgere un positivo lavoro, interpretando al meglio le istanze dei cittadini calabresi. Al presidente e alla Giunta Regionale auguriamo  buon lavoro affinché questa Legislatura possa svolgersi in un clima sereno, costruttivo e di collaborazione proprio per affermare quella Calabria che non ti aspetti che non deve restare solo il filo conduttore della sua campagna elettorale”. Così commenta Franco Aceto presidente di Coldiretti Calabria l’insediamento della Giunta Regionale improntato, già dai primi atti sia del Presidente che dell’organo regionale ad una “realpolitik” come testimonia la volontà di riordinare la burocrazia regionale investendo anche nella sussidiarietà intesa non come arretramento delle istituzioni pubbliche ma valorizzazione di  strumenti come ad esempio il “SuperCAA”.

Alla nuova Giunta – continua Acetonon faremo mancare il nostro supporto ed impegno affinchè l’agricoltura e l’agroalimentare Made in Calabria si confermino sempre più una traiettoria di futuro per la nostra regione, partendo proprio dal decalogo che avevamo presentato al Presidente lo scorso 21 settembre con le Le priorità di Coldiretti per l’agricoltura e l’agroalimentare che vogliamo che Occhiuto aveva sottoscritto. In particolare le nostre proposte erano incentrate su: sburocratizzazione e semplificazione amministrativa, Piano di Sviluppo Rurale, Piano infrastrutturale, cibo e ristorazione pubblica, rilancio della multifunzionalità, mercati riservati alla vendita diretta, rifiuti e Tari, Consorzi di bonifica approvvigionamento idrico e tutela idraulica dei territori, fauna selvatica e ristrutturazione finanziaria delle imprese agricole. Questa – insiste Acetorimane la nostra bussola, che evidentemente si aggiornerà via via, quando ci saranno da tradurre idee in soluzioni che si dovranno completare scelte politiche e amministrative. Quella di Coldiretti – continua Acetoè una visione ampia dell’agricoltura e dell’agroalimentare calabrese ma si caratterizza, nella certezza di essere “forza sociale” anche su temi stringenti quali: sanità, politiche sociali, utilizzo dei fondi comunitari e del PNRR che tocca incide  trasversalmente sul ruolo strategico delle imprese  nelle diverse misure previste e ancora, i temi legati alla legalità e alla trasparenza. Un particolare augurio nel prestigioso ed impegnativo incarico assunto, va all’Assessore Gianluca Gallo che ha avuto riconfermate le deleghe all’Agricoltura, Risorse Agroalimentari, Forestazione e aree rurali. L’emergenza Covid-19 ha aggravato un bilancio fortemente negativo – conclude Acetoincidendo su un tessuto imprenditoriale agroalimentare già fragile, erodendo liquidità e con l’assessore Gallo  già da subito dobbiamo affrontare i temi caldi e non rinviabili che sono all’ordine del giorno e interessano direttamente la vita delle imprese al fine proprio di instaurare e proseguire in una sinergia che possa assicurare risultati tangibili alle imprese che, nonostante le criticità, continuano ad investire sui nostri territori, a presidiarli e a creare economie”.