fbpx

Dzeko porta l’Inter agli ottavi di Champions 10 anni dopo l’ultima volta: il Milan prega il suo Messias, impresa sul campo dell’Atletico

Edin Dzeko Foto di Matteo Bazzi / Ansa

L’Inter batte lo Shakthar con una doppietta di Dzeko e si regala gli ottavi di Champions League 10 anni dopo l’ultima volta. Il Milan batte l’Atletico Madrid grazie a un gol di Messias e tiene aperto il girone

Dopo le gare di Juventus e Atalanta giocate nella giornata di ieri, la due giorni di Champions League si conclude con le gare del mercoledì che hanno visto in campo le milanesi. L’Inter vince, convince e si regala un pass per gli ottavi di Champions League che mancava da ben 10 anni. Per un’ora di gioco solo fantasmi, quelli dei precedenti 3 0-0 fra i nerazzurri e i coriacei ucraini dello Shakthar. Gol annullati, fuorigiochi, un po’ di errori di misura e qualche intervento miracoloso della retroguardia dello Shakthar sembravano indirizzare la partita sui binari di sofferenza e disperazione sportiva per i ragazzi di Inzaghi. Fortunatamente Perisic, migliore dei suoi, aveva idee differenti. Il croato prima sfonda sulla sinistra e serve Darmian la cui conclusione viene ribattuta e finisce sui piedi di Dzeko che trova l’angolino, poi crossa ancora per Dzeko che di testa, in 6 minuti, trova la doppietta. Una vittoria meritata e per nulla scontata che vale, complice lo 0-3 del Real Madrid sullo Sheriff Tiraspol, gli ottavi di Champions League.

Situazione più complicata del Milan. I rossoneri potrebbero addirittura non passare il proprio girone anche in caso di doppia impresa contro Atletico Madrid e Liverpool, ma prima di qualsiasi calcolo, servono 6 punti. Metà del lavoro il Milan lo ha fatto al Wanda Metropolitano di Madrid battendo i ‘Colchoneros’ grazie alla prima rete in Champions League dell’ex Crotone Messias. Una gara frustrante quella dei rossoneri, in pieno controllo della partita ma impossibilitati a fare più di 4-5 passaggi consecutivi a causa delle randellate degli spagnoli, aiutati da una gestione dei cartellini molto tranquilla da parte dell’arbitro. Madrileni quasi mai pericolosi, il Milan non riesce a pungere nel primo tempo, ma nella ripresa si fa più pericoloso. Savic salva sulla linea il tiro a botta sicura di Bakayoko, poco dopo Kessiè pennella per il neo entrato Messias che di testa firma la rete che regala 3 punti preziosissimi ai rossoneri. Il Milan sale a quota 4 punti, scavalca l’Atletico Madrid e riapre il girone. Sarà un’ultima giornata tutta da vivere con il cuore a San Siro e un occhio in Portogallo.