fbpx

Volley Reghion, Baronissi troppo forte: contro la favorita del girone finisce 3-0

Volley Reghion Foto di Fortunato Serranò

Troppo forte il Baronissi per la Volley Reghion: il commento della gara

Contro la favorita al salto di categoria, la formazione calabra cede il passo. La Volley Reghion non riesce nell’impresa di fermare i campani, che proseguono così il loro cammino in vetta alla classifica. Gara come da pronostico in quel di Baronissi, con la squadra locale che infligge un pesante 3-0 anche alle reggine. Volley Reghion che ha dato tutto ciò che aveva, cercando di strappare almeno un set, contro una formazione che non ha fatto sconti a nessuno, vincendo tutte le sue gare con 3-0 netti. Assente Mister Corso per motivi di salute, le biancoblu hanno disputato una gara che nel secondo set sembrava potesse regalare un sorriso alle reggine, portando a casa un set contro una corazzata allestita per vincere il campionato.

Primo set che vede partire bene la formazione reggina, che con una prova corale, sia in difesa che in attacco, inizia a mettere in difficolta il Baronissi, complice anche qualche errore della squadra locale che di conseguenza concede un vantaggio di 4 punti (6-10). C’era da aspettarsi una sicura reazione del Baronissi, che arriva praticamente subito e rimonta sul 10 pari, per poi continuare ad aggredire la formazione reggina. La Volley Reghion prova in tutti i modi a contenere le padroni di casa, però non riesce a ridurre lo svantaggio e concede il primo set alla formazione di casa per 25-15. Secondo parziale che vede la Reghion tenere i colpi del Baronissi, la formazione bianco blu è riuscita per un periodo a tenere uno svantaggio di 3 punti nonostante gli assalti del sestetto campano, fino a riacciuffare il pareggio sul 13-13. Capitan Buonfiglio e socie scattano subito andando in vantaggio con Martino e immediatamente dopo, grazie agli attacchi della capitana, riescono a ribaltare lo svantaggio iniziale in vantaggio sul 14-17. Baronissi però prova a tornare in partita ma il reparto centrale, De Franco e Salvatore, alzano il muro rendendo sempre più difficili gli attacchi alla formazione di casa. La Reghion sfodera una ottima difesa, che le permette di mantenere il vantaggio di 3 punti, fin quando non arriva un blackout delle reggine, che consente così alla formazione di casa di ritrovare il pareggio sul 20-20 e, di conseguenza, capitan Buonfiglio chiama un timeout per riorganizzare le idee.

All’uscita dalla pausa, la Reghion riesce a trarne beneficio e piazza subito due punti importanti, Baronissi però non sta a guardare e dopo lunghi scambi riesce a ritrovare il pareggio. Galvanizzata dalle ultime azioni le padroni di casa riescono a trovare il vantaggio e chiudere anche il secondo parziale per 25-22, di sicuro con più difficoltà del set precedente. Nel terzo ed ultimo parziale le padroni di casa iniziano ad attaccare con precisione e andando avanti anche di 8 lunghezze (16-8). Una Reghion che può ben poco purtroppo, nonostante i tentativi di recupero, la formazione campana mette il turbo e si allontana sempre di più e alzando il muro impedendo qualsiasi cosa. Finisce 25-12 regalando così l’ennesimo 3-0 al Baronissi, una gara che, come da previsione, sarebbe stata dura contro la favorita per la vittoria del campionato e che non ha lasciato alcun margine fin ora.

La Reghion ci ha provato in tutti i mezzi e modi, ma purtroppo non ci è riuscita, nonostante un secondo set nel corso del quale si è visto un buon gioco che per poco non ha regalato un set alle reggine. Da lunedì testa già alla prossima per le ragazze di Mister Corso, che sabato avranno un altro derby contro il Crotone alle 18 al Palacalafiore. “É stata una partita contro una squadra ben formata, molto forte e creata per la promozione in B1 – commenta cosi Martina Salvatore al termine del match contro Baronissi – non dico che ci aspettavamo la sconfitta così, ma il nostro obiettivo era quello di giocare al massimo e esprimerci al meglio. Potevamo fare di più, salvo qualche errore banale, però tutto sommato non possiamo pretendere di più – prosegue – metteremo subito da parte questa gara per avere la testa al derby di sabato contro Croton. Vogliamo tornare a vincere come abbiamo fatto contro Pozzuoli davanti a i nostri tifosi – termina – analizzeremo l’ultima gara per apprendere dai nostri errori, ma lasciatemi aggiungere che nonostante la sconfitta e non riuscire ad esprimerci al 100% abbiamo giocato di squadra come stiamo facendo sempre, gara dopo gara”.