fbpx

ATP Finals Torino, esordio amaro per Berrettini! Infortunio al secondo set contro Zverev: torneo già finito?

Matteo Berrettini Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Matteo Berrettini costretto al ritiro nel secondo set della gara inaugurale delle ATP Finals di Torino: possibile che il suo torneo sia già finito qui

Il grande tennis sbarca in Italia nella splendida cornice del Pala AlpiTour di Torino per le ATP Finals, il torneo di fine anno del circuito maschile. I migliori otto del ranking si sfidano davanti al pubblico italiano divisi in due gironi da 4: ne passano 2 per gruppo, poi semifinali e finalissima per aggiudicarsi il titolo di ‘Maestro’ della stagione 2021.

In campo nella giornata d’esordio Matteo Berrettini, il tennista di punta dell’Italia. Numero 7 al mondo, il tennista romano torna alle Finals con maggiore consapevolezza nei propri mezzi rispetto all’edizione di due anni fa: oggi Berrettini è uno dei top player del circuito, gravita stabilmente in top 10, si è portato a casa due titoli in stagione (Belgrado e il 500 del Queen’s) e ha giocato la prima finale Slam della carriera persa a Wimbledon contro un ingiocabile Novak Djokovic. Esordio non di certo semplice per il tennista italiano contro Alexander Zverev, numero 3 al mondo, campione olimpico in carica e vincitore in stagione a Cincinnati, Vienna, Madrid e Acapulco. Il tedesco si è già laureato ‘Maestro’ nella stagione 2018, mentre Berrettini è l’unico tennista italiano (fra gli uomini) a qualificarsi per 2 volte nell’era Open al ballo di fine anno.

Il match mette di fronte due tennisti di grande livello: il presente della disciplina che ha visto il lento declino di Nadal e Federer, il futuro una volta che anche Djokovic appenderà la racchetta al chiodo. Campioni inarrivabili, ma è anche vero che una vittoria nella loro epoca da cannibali avrà sempre una caratura maggiore quando si farà la conta dei titoli in futuro. Primo set equilibratissimo con 6 palle break non sfruttate e servizi mantenuti da entrambi i tennisti: sul 5-6 Berrettini non capitalizza due set point e si va al tie-break che premia il tedesco capace di rimontare dal 3-5 al 9-7 conclusivo sfruttando il terzo set point utile.

Il secondo set termina con il peggior epilogo possibile. La sfortuna si mette di traverso e piazza un set point amarissimo: Berrettini accusa un problema fisico e chiama il fisioterapista. Possibile un riacutizzarsi dell’infortunio addominale che lo ha tenuto fuori agli Australian Open. Lacrime e abbraccio commovente con Zverev che nelle dichiarazioni post match si augura di giocare contro Berrettini l’anno prossimo: il torneo del tennista italiano è già finito qui? Jannik Sinner, prima riserva, è pronto a prendere il suo posto, di certo non con il sorriso.