Categoria: CALABRIAEDITORIALINEWSREGGIO CALABRIA

Rifiuti a Reggio Calabria: “siamo su Scherzi a Parte. Altro che strumentalizzazioni, stavolta non resteremo in silenzio”

La nota di Domenico Augliera, candidato alle Elezioni Regionali con il Movimento 5 Stelle, che commenta le parole del Sindaco Falcomatà sul ricorso vinto dall’azienda Ecologia Oggi che frenerà il passaggio di consegne da Avr a Teknoservice

“Leggendo le dichiarazioni del sindaco Falcomatà ho pensato di essere su Scherzi a Parte… non si spiega infatti come sia possibile che il comune di Reggio Calabria abbia sostituito il fornitore del servizio di nettezza urbana (Avr) senza prevedere il blackout del servizio che un probabile ricorso al Tar avrebbe causato”. E’ quanto scrive in una nota Domenico Augliera, candidato alle Elezioni Regionali con il Movimento 5 Stelle. Il grillino commenta le parole del sindaco di Reggio Calabria sulla vicenda legata al ricorso vinto dall’azienda Ecologia Oggi che ha messo un freno all’arrivo della ditta Teknoservice. Per la città dello Stretto, come affermato dal suo stesso primo cittadino, si prospettano ancora mesi difficili sul piano della raccolta differenziata, già effettuata con notevoli disservizi che provocano disagi alla cittadinanza.

“Per fare un paragone sarebbe come disdire un contratto per la fornitura di energia elettrica senza prevedere i tempi tecnici di allaccio al nuovo fornitore: restare al buio è inevitabile – prosegue Augliera – . Ma Scherzi a Parte continua e si legge ancora che l’ultima ordinanza di proroga scade il prossimo 31 Ottobre e pertanto, avendo il Tar rinviato l’aggiudicazione della gara al 15 dicembre, si paventano – come minimo – 45 giorni di monnezzaio! Il sindaco chiede inoltre di non strumentalizzare la questione e di restare (in silenzio ?) uniti nell’affrontare questo periodo di sofferenza ed è comprensibile, dal suo punto di vista, ma non è ammissibile per i cittadini che pagano le tasse (una specie in via di estinzione) ricevere una tale richiesta e inoltre constatare ciò che sembra essere una leggerezza da sprovveduti. Se sussistono delle responsabilità su questa paradossale vicenda qualcuno -e non certo i cittadini- dovrà risponderne. Sarebbe utile, ad esempio, sapere come il comune intende far fronte alla prospettata emergenza rifiuti che potrebbe causare seri pericoli sanitari. E’ ora di smetterla con lo scaricabarile che finisce sempre sulle spalle dei reggini contribuenti. E’ bene rammentare che il sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio e su questo non resteremo in silenzio perché non siamo su Scherzi a Parte”.