fbpx

Potenza-Messina, è già Capuano show: “questa non è una squadra di fighettine, è stata una vittoria “capuanesca”

capuano

Il tecnico del Messina commenta, a fine gara, la vittoria per 2-3 in casa del Potenza

E’ già Capuano show. Il neo tecnico del Messina ha commentato la vittoria di Potenza: “abbiamo preparato la partita per prenderli in ampiezza e i tre gol nascono così. Avevamo tante assenze, soprattutto davanti, e qualcuno è andato in campo con difficoltà. Mi è piaciuta la qualità del gioco e il non accontentarci mai. Dopo quattro stop di fila, andare in vantaggio e poi vincerla dopo il pari è apoteosi. Oggi si è vista una squadra compatta, il merito è dei ragazzi. E’ la vittoria della sofferenza. E’ stata una squadra ‘capuanesca“.

Poi l’analisi tattica e psicologica: Fazzi centrale? Non se n’è accorto nessuno, ma è stata una bella mossa e ci vuole coraggio, chi non osa non può fare questo mestiere. Mi interessava soprattutto una reazione, perché non si può perdere per quattro volte dopo essere andati in vantaggio. Oggi è successo il contrario, a dimostrazione che questa non è una squadra di fighettine. La classifica comunque resta preoccupante e dobbiamo rimanere umili e lavorare. Noi lavoriamo molto in base ai segmenti dell’avversario, loro stringevano la linea e noi li abbiamo presi sempre. Loro erano mancanti sullo scarico e anche il terzo gol viene così. Sui gol subiti, il secondo nasce per un errore e una ripartenza loro, ma in campo chiuso non ci hanno mai messo in difficoltà. Ho fatto dei cambi di grande coraggio, portando Russo a fare l’intermedio e Catania la punta, non ho lavorato in maniera conservativa ma ho visto in difficoltà l’avversario e ho pensato di poterla vincere”.

In ultimo, un appello ai tifosi per il match contro la Vibonese: “mi auguro di vedere tanta gente mercoledì, io quando sono venuto qui sapevo cosa poteva dare Messina. Oggi erano 300 ma sembravano 3 mila“.