fbpx

Milazzo: controlli straordinari dei Carabinieri, 6 persone denunciate. A Vulcano deferiti in 4 per abusivismo edilizio

carabinieri Controllo del territorio Milazzo

Il report dei controlli sul territorio effettuati negli ultimi giorni dai Carabinieri della Compagnia di Milazzo

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, con particolare attenzione alle verifiche dell’osservanza delle prescrizioni di legge da parte delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, nonché al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, intensificando i controlli in particolare nella zona della c.d. “movida”, anche per verificare il regolare rispetto delle normative governative per il contenimento della diffusione del contagio del virus Covid-19.

I militari dell’Arma hanno attuato diversi posti di controllo alla circolazione stradale, nel corso dei quali hanno deferito:

  • un 39enne ed un 48enne, per guida sotto l’influenza di alcool, poiché, controllati alla guida delle proprie autovetture e sottoposti all’accertamento tramite etilometro, sono risultati positivi con tassi alcolemici ben superiori ai limiti previsti. Nel corso del controllo, il 49enne ha fornito generalità false, per cui è stato deferito anche per il reato di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla propria identità;
  • un 36enne, per reiterata guida senza patente, poiché controllato alla guida di un veicolo senza essere in possesso del prescritto titolo di guida, con reiterazione nell’ultimo biennio;
  • un 41enne, per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, poiché, sottoposto ad accertamenti tossicologici a seguito di un sinistro stradale in cui è rimasto coinvolto, è risultato positivo ai cannabinoidi;
  • un 30enne ed un 22enne, per rifiuto dell’accertamento tossicologico, poiché, controllati alla guida delle proprie autovetture, invitati a sottoporsi alle previste analisi in quanto trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti, si sono opposti alle previste analisi.

Inoltre 5 persone sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntori di stupefacente, poiché trovate in possesso di modiche quantità di marijuana e hashish, detenute per uso personale, che sono state sequestrate. Le sostanze stupefacenti rinvenute sono state sequestrate ed inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche per le analisi di rito.

Nel corso dei servizi sono state sottoposte a controllo 63 vetture e 119 persone, di cui 21 nel proprio domicilio in quanto aventi misure privative della libertà personale. Inoltre sono state elevate diverse sanzioni relative al codice della strada, tra cui la mancanza di copertura assicurativa, di documenti di guida e di revisione, l’uso del cellulare alla guida ed il sovrannumero di persone su ciclomotore.

Inoltre, nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno eseguito diversi controlli finalizzati a contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio anche sulle Isole Eolie. Nel corso dei servizi, i militari della Stazione Carabinieri di Vulcano hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona di Pozzo di Gotto:

  • un 72enne ed una 65enne, per aver realizzato abusivamente un garage, un deposito attrezzi e un magazzino in un terreno antistante la propria abitazione, in zona sottoposta a vincolo sismico, paesaggistico ed idrogeologico, in assenza del permesso di costruire;
  • un 42enne, per aver realizzato una tettoia abusiva di notevoli dimensioni nel terreno pertinente alla propria abitazione, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, senza alcun parere degli enti preposti ed autorizzazione a costruire;
  • una 69enne, quale amministratore di una società proprietaria di un immobile in cui vi è un ristorante, ove sono stati realizzati abusivamente due locali in legno adibiti a bar, nonché due strutture esterne adibite a sala esterna, il tutto in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, in assenza della concessione edilizia e dei relativi permessi.

Al termine delle verifiche i manufatti sono stati sottoposti a sequestro.

 

Carabinieri Vulcano