fbpx

Messina, è già notte fonda: il Monterosi passeggia al Franco Scoglio, la panchina di Sullo comincia a scricchiolare

acr messina

Serie C girone C, il racconto di Acr Messina-Monterosi Tuscia: formazioni ufficiali, cronaca testuale e tabellino. La diretta di StrettoWeb con tutti gli aggiornamenti

E’ già notte fonda, ad inizio ottobre. Crisi? Presto, forse, ma solo perché il campionato è iniziato da poco. Doveva essere la gara del riscatto, per il Messina, ma si è trasformata in quella dell’incubo ad occhi aperti. Lo scontro diretto contro il Monterosi finisce male: stop interno, il secondo di fila e il quarto consecutivo se si considerano anche le trasferte.

E pensare che la partenza dei peloritani era stata incoraggiante, ma l’avvio sprint è storia ormai nota: tanto movimento e diverse occasioni create sin dall’inizio, con il nuovo modulo del tecnico che esalta le qualità offensive di Balde, trequartista. Tutto questo, però, dura circa un quarto d’ora. La squadra laziale esce fuori piano piano e passa per prima. Costantino mette dentro indisturbato, con la solita difesa disattenta e distratta. Si innervosisce, la compagine di Sullo, e rischia di capitolare già all’intervallo. Ci pensa il solito Adorante però, nel momento peggiore, a mettere dentro la zampata del pari che consente ai suoi di andare negli spogliatoi più tranquilli. E infatti il Messina comincia benissimo anche la ripresa, così come il primo tempo. Ma se aveva trovato il gol nel momento peggiore, subisce quello del nuovo svantaggio in quello migliore. La voglia di ribaltarla, infatti, gioca un brutto scherzo ai biancoscudati, che lasciano troppo spazio ai contropiedi avversari: Fofana, pressato, perde il pallone in zona pericolosa e in ripartenza Polidori beffa Lewandowski. E’ il gol dell’1-2, quello che taglia le gambe ai locali. I cambi non spostano gli equilibri e così il Monterosi trova l’1-3 che chiude i conti con Mbende, che si prende gioco di Mikulic e batte il portiere. Finisce così, tra i fischi del Franco Scoglio. E la panchina di Sullo inizia già a scricchiolare.

Acr Messina-Monterosi Tuscia, il tabellino

ACR MESSINA: Lewandowski, Morelli, Mikulic (dall’81’ Goncalves), Carillo, Sarzi Puttini (dall’81’ Fantoni), Fazzi (dal 73′ Russo), Fofana, Damian, Adorante, Balde (dal 57′ Milinkovic), Vukusic,. A disp. Fusco, Rondinella, Celic, Konate, Busatto, Distefano. All. Sullo.

MONTEROSI TUSCIA: Borghetto, Cancellieri, Verde, Franchini (dal 73′ Parlati), Polidori, Adamo (dall’86’ Buono), Piroli, Rocchi, Mbende, Costantino (dall’89’ Caon), Di Paolantonio A disp. Alia, Ferri Marini, Tonetto, Parlati, Nasini, Sdaigui, Buglio, Luciani. All. D’Antoni.

ARBITRO: Scatena di Avezzano (Lenza-Marchetti)

MARCATORI: 32′ Costantino (MO), 42′ Fofana (ME), 56′ Polidori (MO), 75′ Mbende (MO)

NOTE – Ammoniti: Carillo, Fofana, Sarzi Puttini e Balde per il Messina; Cancellieri, Di Paolantonio e Verde per il Monterosi.

Acr Messina-Monterosi 1-3, le pagelle di StrettoWeb: Mikulic malissimo, qualcuno ha visto Vukusic?

Diretta/live Acr Messina-Monterosi Tuscia

90’+6 – Dopo 6 minuti di recupero, termina il match. Il Messina perde in casa per 1-3.

90′ – Sono 6 i minuti di recupero.

87′ – Gara ormai chiusa: reazione confusionaria del Messina e nulla più. Qualche sostituzione per Sullo, ma la sostanza non cambia.

74′ – Terzo gol del Monterosi, 1-3 a Messina: Mbende riceve il pallone, si prende facilmente beffa dell’avversario e batte Lewandowski.

59′ – Gioco fermo al momento: c’è un problema alla porta difesa da Lewandowski, gli addetti al campo stanno sistemando la rete. Si riprende dopo qualche minuto di pausa, l’arbitro recupererà.

57′ – Sullo corre ai ripari: primo cambio, entra Milinkovic ed esce Balde.

56′ – Nuovo vantaggio del Monterosi: è 1-2 al Franco Scoglio. E’ proprio uno dei contropiedi di cui raccontavamo prima a risultare fatale per i peloritani, che si fanno beffare in ripartenza. L’azione è finalizzata da Polidori, che batte Lewandowski con uno scavetto. Tutto da rifare per il Messina.

52′ – Anche a costo di rischiare, il Messina si sbilancia per trovare il gol del vantaggio ma lascia spazio ai contropiedi ospiti.

48′- Adorante ci prova di testa dopo cross dalla sinistra di Sarzi Puttini, il pallone sfiora il palo. La partenza del Messina sembra essere “sprint”, come nel primo. Ci prova anche Damian da lontano, ma il portiere c’è.

46′ – Comincia la ripresa di Messina-Monterosi. Subito un episodio dubbio in area, con Balde che si incunea ma viene atterrato dal difensore. Per l’arbitro l’intervento è sul pallone.

SECONDO TEMPO

45’+1 – Si chiude il primo tempo dopo un minuto di recupero: con un gol di Adorante, il Messina riesce a pareggiare – a ridosso dell’intervallo – una partita che rischiava di mettersi male dopo il vantaggio ospite e un po’ di nervosismo.

45′ – Solo uno il minuto di recupero assegnato.

42′ – Pareggia il Messina, nel momento più difficile della gara! Fofana mette in mezzo un pallone delizioso, il difensore non ci arriva e Adorante è appostato al posto giusto e al momento giusto e mette dentro. Il pari arriva in una fase della gara delicata e permette ai peloritani di rimettere le cose a posto.

40′ – Messina in difficoltà. Anche Fofana ammonito, mentre la squadra non riesce a uscire. Monterosi vicino al raddoppio in ben due occasioni.

35′ – C’è nervosismo in campo, con il Messina che ha risentito psicologicamente dello svantaggio: scaramucce tra Balde e Di Paolantonio, entrambi ammoniti.

31′ – Eccolo il vantaggio di Monterosi, che da un po’ di minuti avevano iniziato a uscire il guscio fuori dopo una partenza timida. E’ di Rocco Costantino il vantaggio ospite, dopo un errore in disimpegno della difesa.

28′ – Fase più tranquilla del match: il Messina non riesce a rendersi più pericoloso come prima, anche per via dell’atteggiamento del Monterosi, che ha alzato il baricentro e i ritmi. Gara adesso più equilibrata.

18′ – Il Monterosi ci prova con Polidori. Da qualche minuto la squadra ospite sembra aver iniziato a prendere le misure. Meno spazi per il Messina rispetto all’inizio, ma i padroni di casa continuano a fare la partita gestendo il palleggio.

11′ – Il modulo del Messina è un qualcosa a metà tra il 4-3-1-2 e il 4-2-3-1. Posizione chiave è quella di Balde, sulla trequarti, a fare da collante tra i reparti e a inventare in mezzo. L’attaccante, infatti, è molto attivo in questa fase e sempre nel vivo del gioco, arretrando sulla linea dei centrocampisti per ribaltare l’azione.

5′ – Clamorosa occasione per Adorante, che a due passi di testa si fa respingere il tiro dal portiere. Partenza a razzo dell’Acr, come d’abitudine.

4′ – Il primo squillo della gara è del Messina, con una conclusione di Balde dal limite dell’area, pallone fuori.

1′ – E’ cominciata la sfida del Franco Scoglio!

PRIMO TEMPO

Acr Messina-Monterosi Tuscia, le formazioni ufficiali

Per la prima volta in stagione, mister Sullo schiera dall’inizio tre attaccanti: Adorante, Balde e Vukusic. Cambio di modulo, dunque, dopo che in conferenza stampa il tecnico aveva risposto a qualche domanda in merito a questa possibilità. In difesa c’è Mikulic al posto di Fantoni, che a sua volta aveva sostituito Celic.

MESSINA: Lewandowski, Morelli, Mikulic, Carillo, Sarzi Puttini, Fazzi, Fofana, Damian, Adorante, Balde, Vukusic.

MONTEROSI: Borghetto, Cancellieri, Verde, Franchini, Polidori, Adamo, Piroli, Rocchi, Mbende, Costantino, Di Paolantonio.