fbpx

Manifestazioni No Green Pass, l’ex magistrato Caselli: “pretesto per violenti professionali che hanno scatenato squadrismo fascista”

Giancarlo Caselli

Manifestazioni No Green Pass, l’ex magistrato Caselli: “pretesto per violenti professionali che hanno scatenato squadrismo fascista. Le regole servono per il bene comune, se qualcuno le interpreta a modo suo contro la collettività diventano un sopruso”

L’ex magistrato Giancarlo Caselli è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Tutto in famiglia” condotta da Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus.

Sugli scontri alle manifestazioni dei no Green pass. “Le regole servono per il bene comune, per una convivenza civile a vantaggio di tutti, se le regole vengono interpretate per fare ciò che sembra giusto a sé medesimo, a un gruppo ristretto di persone, danneggiando magari la salute degli altri non sono più regole, bensì un sopruso –ha affermato Caselli-. Ciò che è successo a Roma è stato un pretesto per dei facinorosi, per dei violenti professionali, politicamente attrezzati per questo scopo, per scatenare quello squadrismo fascista che abbiamo visto”.