fbpx

Manifestazione antifascista del 16 ottobre: aderiscono anche i sindacati delle forze dell’ordine

bandiere Cgil-Cisl-Uil

“Non è più possibile tollerare che le lavoratrici e i lavoratori in divisa continuino ad essere il capro espiatorio delle pericolose frustrazioni di squallidi personaggi, che inquinano il vivere civile di una società democratica”, si legge nel comunicato dell’UILPA Polizia Penitenziaria, dell’USIP, USIC e USIF

Le Segreterie Nazionali dell’UILPA Polizia Penitenziaria, dell’USIPUSIC e USIF, aderiscono e parteciperanno con proprie delegazioni alla manifestazione indetta a Roma da CGIL – CISL – UIL il 16 ottobre 2021“Per le Organizzazioni Sindacali del Dipartimento Sicurezza e Difesa della UIL – si legge nella nota – , la manifestazione rappresenta quel baluardo di democrazia in cui le lavoratrici e i lavoratori del nostro Paese si sono sempre distinti come vero antidoto contro ogni forma di violenta prevaricazione. L’azione squadrista messa in atto a danno della sede nazionale della CGIL è un attacco a tutto il Sindacato Confederale e a tutto il mondo del lavoro, che non si può tollerare e che deve essere condannato da tutti coloro che credono nei valori democratici e antifascisti di libertà e solidarietà”.

“Il Dipartimento Sicurezza e Difesa della UIL in tal senso esprime grande solidarietà alle donne e agli uomini delle Forze dell’Ordine che sono rimasti feriti in questa assurda guerriglia urbana, sottolineando al contempo che non è più possibile tollerare che le lavoratrici e i lavoratori in divisa continuino ad essere il capro espiatorio delle pericolose frustrazioni di squallidi personaggi, che inquinano il vivere civile di una società democratica. I valori e i principi espressi dalla nostra Costituzione non sono un opinione, ma rappresentano l’architrave fondamentale di una società dialogante e rispettosa del prossimo, contro ogni forma di arrogante violenza e per questo in antitesi al pensiero fascista”, termina il comunicato.