fbpx

Green pass, Castellone (M5S): “tamponi gratuiti per tutti? Da verificare se fattibile, significherebbe farne più di un milione al giorno”

tampone coronavirus

Green pass, Castellone (M5S): “tamponi gratuiti per tutti? Da verificare se fattibile, significherebbe farne più di un milione al giorno. Stiamo lavorando per calmierare ulteriormente i prezzi”

La senatrice M5S Maria Domenica Castellone, componente della Commissione Sanità, è intervenuta ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Per Grillo i tamponi per i lavoratori non vaccinati dovrebbero essere gratuiti. “Serve una riconciliazione che abbassi la tensione sociale, è una priorità per tutti e in particolare per il M5S –ha affermato Castellone-. Però che si riesca a rendere i tamponi gratuiti per tutti è da verificare. I numeri della Fondazione Gimbe dicono che i lavoratori non vaccinati sono più 4 milioni, considerando che va fatto un tampone ogni 48-72 ore, significherebbe fare 8 milioni di tamponi a settimana, quindi più di un milione al giorno. Stiamo presentando emendamenti in Senato che puntino a rendere più agevole questo processo e a ridurre i disagi per aziende e lavoratori, pensando anche a calmierare ulteriormente i prezzi. Si tratta comunque di capire se è fattibile processare più di un milione di tamponi al giorno, finora quando abbiamo raggiunto il picco ne abbiamo processati 600mila. Dobbiamo capire se questa capacità di analisi di tamponi effettivamente ce l’abbiamo. Il dubbio che si verifichino disguidi tecnici e che si rischi di sospendere il lavoratore non perché non vuole farsi il tampone ma perché il tampone non può essere processato in tempo, è un rischio che va scongiurato”.

Sulla campagna di vaccinazione. “Noi abbiamo raggiunto più dell’80% della popolazione vaccinata, l’adesione è stata molto alta e sono convinta che tra i non vaccinati ci siano molte persone che per vari motivi non sono riusciti a fare la vaccinazione e vanno accompagnati in questo processo. Penso che tutti noi che abbiamo un ruolo istituzionale dobbiamo impegnarci per rafforzare il rapporto di fiducia tra Stato e cittadini. Sono convinta che la campagna vaccinale proseguirà e raggiungeremo il 90%”.