fbpx

Condanna Lucano, Fiorella Mannoia lo difende: “Mimmo persona per bene, moderno Don Chisciotte”

Fiorella Mannoia Foto Ansa

Fiorella Mannoia interviene sui social a difesa di Mimmo Lucano: la cantante definisce l’ex sindaco di Riace una “brava persona” e “un moderno Don Chisciotte”

La condanna a 13 anni e 2 mesi inflitta a Mimmo Lucano nel corso del processo “Xenia” ha generato forti polemiche, in particolar modo negli ambienti politici vicini alle posizioni dell’ex sindaco di Riace. Tanti gli interventi nella pubblica piazza e in quella social in favore dell’innocenza di Mimmo Lucano. Fra di essi spicca quello della cantante Fiorella Mannoia che attraverso il suo profilo Facebook ha dichiarato: “l’ho conosciuto qualche anno fa casa di un amico comune Gianni Miná. Ho 67 anni, ho visto, parlato, conosciuto, frequentato tanta gente, la più disparata, di tutte le categorie sociali, di tutti gli ambienti… quando ho guardato negli occhi quest’uomo, prima ancora che parlasse, avevo percepito che avevo di fronte un uomo per bene, le sue parole hanno confermato quello che il mio istinto mi aveva già comunicato, Mimmo Lucano è una brava persona, un uomo che crede in ideali ormai estinti, che ha realizzato il sogno…“. La cantante lo definisce inoltre “un moderno Don Chisciotte che ha continuato a battagliare contro i mulini a vento, senza tornaconto, senza interessi personali”.