fbpx

Emergenza rifiuti a Reggio Calabria, Siclari: “è arrivata l’ora di ribellarsi, faremo arrivare le immagini sulla Tv nazionale”

rifiuti Reggio Calabria

Il gruppo Reggio Sette Punto Zero promette di entrare in azione: “non è possibile accettare passivamente di continuare a vivere così”

Gli aggiornamenti forniti questa mattina dal Sindaco Giuseppe Falcomatà hanno fatto tremare i cittadini di Reggio Calabria. Con la vittoria di Ecologia Oggi nel ricorso presentato al Tar, la città dello Stretto rischia di restare senza un’azienda che operi nella raccolta rifiuti dal 1° novembre fino almeno al 12 dicembre. Il primo cittadino ha chiesto di non fare strumentalizzazioni e di restare uniti in queste settimane che saranno ancora molto difficile sul piano dell’emergenza spazzatura, ma le reazioni sono già arrivate. “Non è possibile accettare passivamente di continuare a vivere così. Reggio Sette Punto Zero non si rassegna e annuncia azioni forti, civili ma forti. Arriveremo alle tv nazionali se sarà necessario, perché l’Italia intera sappia come ci sta facendo vivere Falcomatà e il suo Pd”, scrive tramite i propri account social Ernesto Siclari, presidente di Reggio Sette Punto Zero. Insomma, la pazienza in molti l’hanno già persa, e l’Amministrazione Comunale, con l’aiuto del Prefetto, deve riuscire a trovare velocemente soluzioni.