fbpx

Elezioni Comunali, ‘scompare’ il M5S: dopo la sconfitta a Carbonia non ci sono più sindaci pentastellati

Elezioni Comunali Carbonia Foto di Fabio Murru / Ansa

Elezioni Comunali, il Movimento 5 Stelle perde tutti i sindaci: ultima sconfitta a Carbonia contro il Pd e le liste civiche ad esso collegate

Il Movimento 5 Stelle non ha più sindaci in Italia. Le ultime elezioni comunali hanno segnato una netta debacle per i pentastellati che dopo aver perso le piazze importanti di Roma e Torino, si arrende anche a Carbonia (alleato con Articolo 1 e PSI) alla coalizione formata da Pd e liste civiche collegate.  In attesa dei ballottaggi di domenica 17 e lunedì 18 ottobre, il centrosinistra ha già portato a casa 7 sindaci nei comuni capoluogo: Milano, Rimini, Salerno, Carbonia, Napoli, Bologna e Ravenna. Negli ultimi tre comuni, il Movimento 5 Stelle era alleato con il centrosinistra.

Il centrodestra ha confermato al primo turno tre sindaci: Pordenone, Novara e Grosseto. Al ballottaggio andranno i comuni di Savona, Torino, Varese, Isernia, Trieste, Caserta, Roma, Benevento, Latina e Cosenza. I ballottaggi vedono contrapposti i candidati di centrosinistra e centrodestra. Unica eccezione a Benevento dove il sindaco uscente Clemente Mastella non ha l’appoggio di Lega e FdI. Mastella, che ha ottenuto al primo turno il 49,4% dei voti, se la vedrà con il candidato del centrosinistra Perifano.