fbpx

De Magistris, in Calabria due seggi e niente più: “terra non ancora pronta a passare dal ricatto al riscatto”

Iniziativa De Magistris Piazza Duomo Foto di Salvatore Dato / StrettoWeb

Luigi de Magistris ha parlato delle Elezioni Regionali in Calabria nel suo video di saluti alla città di Napoli da ex Sindaco

È con un videomessaggio che Luigi de Magistris ha scelto di salutare la città, che lo ha visto sindaco per ben due mandati, “il più longevo dal 1806”, e “soprattutto i napoletani e, in particolare, il popolo che è stata la mia forza e qualche volta ho detto il mio partito, il che non è populismo”. In un filmato durato poco più di quattro minuti, l’ormai ex primo cittadino partenopeo ha ricordato i momenti più importanti del suo mandato citando le tante occasioni che lo hanno visto fare gli onori di casa. Tra le tante personalità incontrate ne cita però una sola: Sophia Loren. Poi i ringraziamenti e non solo ai consiglieri e agli assessori che si sono avvicendati a Palazzo San Giacomo, de Magistris rivolge il suo grazie ai tanti dipendenti del Comune e a quelli delle municipalizzate, ma anche a coloro che lo hanno criticato e sostenuto in questi anni.

Non è mancato l’accenno alle Regionali della Calabria dove “senza partiti e apparati alle spalle” è riuscito a raccogliere 130mila voti con l’elezione di due consiglieri. Non è il risultato che si attendeva l’ex magistrato, ma a suo dire “la Calabria non è ancora pronta a passare dal ricatto al riscatto”. Anche in questo caso il ringraziamento è per tutti coloro che lo hanno sostenuto, dalla famiglia ai volontari a coloro che ha incrociato “arrivando in posti dove nessuno è mai arrivato”. Non c’è al momento un presente o un futuro immediato per de Magistris in politica, “anche perché non mi sono candidato – spiega – come consigliere in modo da avere un paracadute”, ma “è arrivato il momento di riflettere su come spendere la vita per il bene comune, per il nostro Paese ma, soprattutto, per il nostro Mezzogiorno che ha tanto bisogno di persone che fanno politica non per interesse personale o di famiglia. Abbiamo acceso una luce e non ci fermeremo mai”. Negli ultimi 30 secondi del video de Magistris torna a salutare Napoli “la città più bella del mondo, la città nella quale sono nato”.