fbpx

Cosenza, finto ordigno sotto l’auto dell’Assessore regionale Orsomarso: “non mi lascio intimorire”

assessore orsomarso Foto di Attilio Morabito

Si tratta del secondo episodio avvenuto nel giro di pochi giorni: simile atto intimidatorio nei confronti del Consigliere regionale uscente del Pd Giuseppe Aieta

Intimidazione a Cosenza ai danni dell’assessore regionale della Calabria Fausto Orsomarso, di Fratelli d’Italia, in questi giorni rieletto in Consiglio. Come appreso dall’Ansa, persone non identificate hanno collocato sotto l’automobile di Orsomarso un finto ordigno composto da tre batterie al litio legate con nastro adesivo. Ad accorgersi della presenza della falsa bomba è stato lo stesso Orsomarso. L’assessore ha presentato denuncia alla Questura di Cosenza, consegnando anche il finto ordigno. Un episodio simile si era verificato sabato scorso a Cetraro, centro in provincia di Cosenza, ai danni del consigliere regionale uscente del Pd Giuseppe Aieta, candidato nelle scorse elezioni regionali ma non rieletto. Anche in quel caso fu collocato sotto l’automobile di Aieta un finto ordigno.

“Avevamo sentito uno scoppio, nel pomeriggio di ieri, ma non ci avevamo fatto caso. Poi ho visto questa cosa che penzolava, la mia auto è rimasta un po’ danneggiata”, afferma Fausto Orsomarso all’AGI, assessore al lavoro e al Turismo della Regione Calabria neo rieletto in Consiglio, in riferimento all’ordigno rudimentale scoperto sotto la sua auto ieri. “Chiamarlo ordigno è forse esagerato – dice Orsomarso – ritengo sia il gesto di un balordo che ha confezionato questa cosa e l’ha messa vicino alla marmitta, col calore solo una delle tre batterie collegate a questo oggetto è poi scoppiata. Non voglio dargli un valore politico, l’unica amarezza è la preoccupazione dei miei familiari, e certamente questo da’ fastidio, – dice ancora Fausto Orsomarso – e comunque ho fatto formale denuncia e adesso vediamo che scoprirà la polizia”. “Io non volevo neanche divulgare questa notizia, perché poi si parla della Calabria sempre in termini negativi e mi dispiace, – ha aggiunto – ma poi è diventato inevitabile. Comunque io sono tranquillo, certo non mi lascio intimorire e dico all’autore di questo gesto che sono cose che davvero non si fanno, non si turba la tranquillità delle persone”.

Atto intimidatorio Orsomarso, Lollobrigida: “spero autorità facciano presto chiarezza”

“Solidarietà a Fausto Orsomarso, consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Calabria che ha ritrovato un finto ordigno attaccato alla sua auto. Sia si tratti di un gesto di pessimo gusto sia di un atto intimidatorio, mi auguro che le autorità giudiziarie possano fare presto piena luce sull’accaduto”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

Calabria, Brugnano: “piena solidarietà ad Orsomarso”

“Piace constatare come l’onorevole Fausto Orsomarso, attraverso organi di informazione e social, tenda a sminuire il gesto di avversione alla sua proprietà. Ciò testimonia, se ancora ce ne fosse bisogno, la levatura dell’uomo e l’equilibrio del politico. Ma non per questo non possiamo esimerci dal manifestare la piena e totale vicinanza alla persona e alla sua famiglia oggetto di “particolari attenzioni” perpetrate in un momento molto particolare, in una fase di gioia e soddisfazione per il ritorno concreto all’uomo e al professionista di un’azione politica e istituzionale che lo ha sempre visto in prima linea”. Lo dichiara Giuseppe Brugnano, segretario nazionale del sindacato di Polizia Fsp, all’indomani della intimidazione all’esponente di Fratelli d’Italia. “Confidiamo nelle capacità e nelle professionalità dei colleghi della Questura di Cosenza e della Magistratura – continua Brugnano – affinché vengano assicurati alla giustizia gli autori del gesto e contribuiamo con la nostra vicinanza a mantenere alto il livello di attenzione verso la sana politica e l’onesta imprenditoria, principali vittime delle criminalità piccole, diffuse o organizzate, vere cancrene per la nostra terra”.