fbpx

Cormar Polistena, la dirigenza non ha dubbi: “sconfitta amara, ma questa squadra ha dimostrato di poter stare in Serie A” [INTERVISTE]

Sconfitta all’esordio per la Cormar Futsal Polistena che esce dal Palabotteghelle a testa alta: il passo falso contro Eboli non scalfisce la sicurezza della società

Un esordio difficile, contro una squadra tosta. La Cormar Futsal Polistena esce a testa alta dal Pala Botteghelle, sconfitta ma dopo una di quelle sconfitte in grado di insegnare e soprattutto infondere consapevolezza: i calabresi possono ritagliarsi il loro posto in Serie A. Sotto di 2 reti il Polistena ha recuperato lo svantaggio, ha rischiato anche il sorpasso, ma si è vista beffare da due reti nei minuti finali.

Il presidente Marcello Cordiano, ai microfoni di StrettoWeb, analizza la gara con lucidità: “l’1-2 iniziale ha un po’ frenato la nostra corsa, ma abbiamo recuperato bene e abbiamo rischiato di andare anche in vantaggio per 2-3-4 volte. Purtroppo questo vantaggio non è arrivato. Alla fine è arrivato un gol occasionale dell’Eboli a 3 minuti dalla fine, era difficile recuperare: abbiamo messo il 5° uomo e abbiamo preso il 4° gol. Pazienza, sono contento per i ragazzi perchè hanno combattuto come dei leoni. Assenti Vinicius e Ique, sicuramente con loro sarebbe stata un’altra partita. Lo dico perchè parliamo di nazionali che potrebbero fare la differenza. In ogni caso siamo contentissimi per l’esordio e per la prestazione dei ragazzi, meno per il risultato. Speriamo di poter dire la nostra in questo campionato. Da dove si riparte adesso? Le partite fuori casa sono sempre un grosso punto interrogativo. Noi adesso giochiamo a Treviso, speriamo nel rientro di Vinicius e Ique: andiamo lì a fare risultato, andare a perdere non esiste. Ci dobbiamo salvare nel più breve tempo possibile, ce la metteremo tutta, siamo fiduciosi e tranquilli del roster che abbiamo costruito. La stagione è lunga, ce la metteremo tutta per dare soddisfazioni alla città metropolitana di Reggio Calabria e alla nostra Polistena“.

Il vicepresidente Giuseppe Fusco si rammarica per il possibile vantaggio sul 2-2 che avrebbe cambiato il volto della partita: “la tensione dell’esordio in Serie A credo sia normale per tutti, ma poi questi ragazzi hanno preso coraggio e si è visto. Siamo stati molto fortunati, i ragazzi meritano un applauso: rimaneggiati, 3 infortuni, squalifiche… è un risultato bugiardo. Siamo consapevoli delle nostre forze, a pieno organico possiamo dimostrare il nostro potenziale. Sul 2-2 meritavamo il vantaggio, loro hanno un roster superiore al nostro ma gli abbiamo tenuto testa“.

Fabio Auddino, team manager della squadra, sottolinea quanto le assenze e un po’ di sfortuna abbiano pesato sul risultato: “la partita di oggi l’abbiamo giocata in condizioni rimaneggiate. Fuori due giocatori, un brasiliano è arrivato ieri e ha avuto poco tempo per recuperare, Diogo sta recuperando da un infortunio. Anche il mister fuori per squalifica. Abbiamo giocato senza cambi e alla lunga il calo fisico si è visto, anche se sul 2-2 siamo passati da un possibile 3-2 al risultato che si è ribaltato sul 2-3. Ripartiamo con la consapevolezza di potercela giocare con tutti e con l’umiltà che ci ha sempre contraddistinto“.

Cormar Polistena, il vicepresidente Fusco: “sul 2-2 meritavamo il vantaggio, i ragazzi meritano un applauso” [VIDEO]

Cormar Polistena, il team manager Auddino: “possiamo giocarcela con tutti, ripartiamo con l’umiltà che ci contraddistingue” [VIDEO]