fbpx

Prima comunione da far west, il nonno arrestato dopo aver sparato all’interno della chiesa: ferito un carabiniere e sei indagati [VIDEO]

rissa prima comunione acireale

La rissa è esplosa in una Chiesa di Acireale tra i familiari di due ex coniugi per un diverbio sull’assegnazione dei posti a sedere

Un provvedimento cautelare è stato eseguito nei confronti di sei indagati per la rissa scoppiata il 5 settembre all’interno della chiesa di Santa Maria degli Ammalati ad Acireale, in provincia di Catania, costato il ferimento al vice brigadiere dei carabinieri Sebastiano Giovanni Grasso. La misura, chiesta dalla Procura di Catania, è stata emessa dal gip del Tribunale etneo ed eseguita dai carabinieri del Comando provinciale. I sei sono indagati per rissa aggravata in concorso.

La rissa scoppiò tra i familiari di due ex coniugi per un diverbio dovuto all’assegnazione dei posti a sedere all’interno della chiesa in occasione della prima comunione del figlio. Lo scontro, iniziato con calci e pugni all’interno della chiesa, ebbe un epilogo tragico con un colpo d’arma da fuoco esploso dal nonno paterno, poi arrestato per tentato omicidio. Il colpo ferì al collo il vice brigadiere dei carabinieri, presente in chiesa dal momento che anche uno dei suoi figli stava partecipando alla cerimonia.